Angolasaurus bocagei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Angolasaurus
Stato di conservazione: Fossile
Immagine di Angolasaurus bocagei mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Squamata
Sottordine Lacertilia
Famiglia Mosasauridae
Genere Angolasaurus
Specie A. bocagei

L'angolasauro (Angolasaurus bocagei) è un rettile marino estinto, appartenente ai mosasauri. Visse nel Cretaceo superiore (Turoniano, circa 90 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Africa (Angola e Niger).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Angolasaurus era un mosasauro di medie dimensioni, e non doveva superare i 5 metri di lunghezza. Era dotato di un cranio relativamente allungato, munito di grossi denti ricurvi e striati. È noto per alcuni fossili che comprendono due crani, parte dello scheletro postcranico e zampe anteriori quasi complete. L'aspetto richiamava il ben noto Platecarpus, con il quale è stato a lungo confuso. Angolasaurus possedeva alcune caratteristiche insolite nel cranio, tra cui un osso frontale particolarmente stretto e un osso epipterigoide molto robusto.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Angolasaurus è stato descritto per la prima volta da Antunes nel 1964, sulla base di un cranio parziale ritrovato in strati del Turoniano superiore in Angola. Altri resti scoperti in seguito scoperti sempre in Angola e in Niger sono stati attribuiti alla stessa specie. Studi successivi compiuti da Lingham-Soliar hanno incluso Angolasaurus nel genere Platecarpus, basandosi sulla generale somiglianza tra le due forme. In ogni caso, successive analisi filogenetiche hanno determinato che Angolasaurus era una forma ben distinta, più antica di Platecarpus e probabilmente imparentata strettamente con Selmasaurus ed Ectenosaurus; queste tre forme si sarebbero separate nel corso del Turoniano dal ceppo che poi condusse alla linea evolutiva rappresentata da Plioplatecarpus e Platecarpus.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Lingham-Soliar, T. 1994. The mosasaur "Angolasaurus" bocagei (Reptilia: Mosasauridae) from the Turonian of Angola re-interpreted as the earliest member of the genus Platecarpus. Paläontologische Zeitschrift, 68(1-2):267-282.
  • Jacobs, L.L., Morais, M.L., Schulp, A.S., Mateus, O., and Polcyn, M.J. 2006. Systematic Position and Geological Context of Angolasaurus (Mosasauridae) and a New Sea Turtle from the Cretaceous of Angola. Journal of Vertebrate Paleontology, 26 (Suppl. To 3): 81A.
  • Polcyn, M.J., Jacobs, L.L., Schulp, A.S., and Mateus, O. 2007. Morphology and systematic position of Angolasaurus bocagei and the evolution of the braincase in Plioplatecarpine mosasaurs. Second Mosasaur Meeting, Sternberg Museum, Hays, Kansas, p. 20.
  • Polcyn, M.J., Lindgren, J., and Bell, G.L., Jr., 2007. The possible occurrence of Angolasaurus in the Turonian of North and South America. Second Mosasaur Meeting, Sternberg Museum, Hays, Kansas, p. 21.
  • Polcyn, M.J., Jacobs, L.L., Mateus, O., and Schulp, A.S. 2009. New specimens of Angolasaurus bocagei and comments on the early radiations of Plioplatecarpine mosasaurs. Journal of Vertebrate Paleontology 29: 3. 165A.
  • O. Mateus, M. J. Polcyn, L. L. Jacobs, R. Arujo, A. S. Schulp, J. Marinheiro, B. Pereira and D. Vineyard. 2012. Cretaceous amniotes from Angola: dinosaurs, pterosaurs, mosasaurs, plesiosaurs, turtles. Actas de V Jornadas Internacionales sobre Paleontologia de Dinosaurios y su Entorno, Salas de los Infantes, Burgos 71-105