Angels in America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'opera teatrale scritta da Tony Kushner, vedi Angels in America - Fantasia gay su temi nazionali.
Angels in America
Angels in America.JPG
Titoli di testa
Titolo originale Angels in America
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2003
Formato miniserie TV
Genere drammatico
Puntate 6
Durata 352 min totali
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Tony Kushner
Regia Mike Nichols
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Thomas Newman
Costumi Ann Roth
Produttore Celia D. Costas
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 7 dicembre 2003
Al 11 gennaio 2004
Rete televisiva HBO
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 30 novembre 2004
Al 2 dicembre 2004
Rete televisiva La7
Premi
  • 11 Emmy Award 2004: miglior miniserie TV, regia, soggetto, attore protagonista (Al Pacino), attrice protagonista (Meryl Streep), attore non protagonista (Jeffrey Wright), attrice non protagonista (Mary-Louise Parker), direzione artistica, casting, trucco, montaggio sonoro per single-camera
  • 5 Golden Globe 2004: miglior miniserie o film TV, miglior attore (Al Pacino), miglior attrice (Meryl Streep), miglior attore non protagonista (Jeffrey Wright), miglior attrice non protagonista (Mary-Louise Parker)
  • National Board of Review Awards 2003: miglior film o miniserie realizzata per la tv via cavo
  • Eddie Award come miniserie meglio adattata (2004)
  • Excellence in Production Design Award (2004)
  • NHK President's Prize (2004)
  • Black Reel come miglior attore non protagonista (Jeffrey Wright) (2004)
  • BFCA Award (2004)
  • C.A.S. Award per i risultati ottenuti nel sound mixing (2004)
  • DGA Award per i risultati ottenuti nella regia (2004)
  • GLAAD Media Award (2004)
  • Humanitas Prize (2004)
  • Visionary Award (2004)
  • 3 Golden Satellite Awards 2004: miglior miniserie, attore non protagonista (Justin Kirk), attrice (Meryl Streep)
  • 2 Actor Awards 2004: miglior attrice (Meryl Streep), miglior attore (Al Pacino)
  • TCA Award (2004)
  • Gracie (2005)
  • Television Producer of the Year Award in Longform (2005)
  • WGA Award (TV) (2005)

Angels in America è una miniserie televisiva prodotta dalla HBO nel 2003, tratta dall'opera teatrale Angels in America - Fantasia gay su temi nazionali di Tony Kushner. La serie vanta un cast all-star (tra gli altri Al Pacino, Meryl Streep ed Emma Thompson) e tratta, in modo perlopiù onirico, la condizione degli omosessuali negli Stati Uniti d'America reganiani, focalizzandosi sulle reazioni a seguito del diffondersi dell'AIDS.

La serie[modifica | modifica wikitesto]

Con pesanti riferimenti biblici (gli angeli, la colpa e la condanna), ma con un tono anche sdrammatizzante, Angels in America vuole porre — conservando lo spirito della pièce originale — difficili interrogativi esistenziali e sociali. Le stesse apparizioni dell'angelo, nel loro essere catastrofiche, non rinunciano a una certa dose di ironia; ad esempio tramite le erezioni del protagonista o il suo rapporto sessuale con l'angelo. La miniserie consta di due parti, a loro volta divise in capitoli: Il nuovo millennio si avvicina (Millennium Approaches) e Perestroika.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 l'AIDS è stata scoperta da poco ed è considerata ancora la peste dei gay. A New York, il corpo di Prior Walter presenta già i primi segni di malattia (il sarcoma di Kaposi) e quando il ragazzo lo comunica al suo fidanzato questi — spaventato dal peso psicologico della situazione — inizia a meditare sulla possibilità di abbandonare Prior. Intanto l'avvocato mormone Joe Pitt vive un matrimonio infelice, tentando di mascherare la propria omosessualità che lo spinge a non avere rapporti sessuali con la moglie Harper, provocandole forti disturbi emozionali. Roy Cohn, mentore politico di Joe e personalità famosa e vicina persino alla Casa Bianca, nega intanto l'evidenza della sua malattia, al fine di negare anche la propria omosessualità.

Nel corso della miniserie fanno visita a Prior angeli e fantasmi che affermano che egli è un profeta. Louis (compagno di Prior) affronta le sue contraddizioni: l'amore per Prior e l'incapacità di assisterlo durante la sua malattia, l'amore per l'America e il rifiuto della società omofobica in cui sembra essersi trasformata, l'amore per Joe e la repulsione che prova nello scoprire che il suo mentore è Roy Cohn. Joe cerca di conciliare la sua religione e la sua sessualità; la madre Hannah si trasferisce a New York per prendersi cura di Harper ma finisce per diventare amica di Prior, che ha appena fallito nel tentativo di affrontare Joe. Roy deve invece confrontarsi con la malattia che lo costringe in ospedale, dove gli fanno compagnia il fantasma di Ethel Rosenberg e Belize, migliore amico di Prior ed ex drag queen.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Millennium Approaches: Chapter One
- Bad News
Il nuovo millennio si avvicina: Capitolo Uno
- Cattive notizie
7 dicembre 2003 30 novembre 2004
2 Millennium Approaches: Chapter Two
- In vitro
Il nuovo millennio si avvicina: Capitolo Due
- L'abbandono
14 dicembre 2003 30 novembre 2004
3 Millennium Approaches: Chapter Three
- The Messenger
Il nuovo millennio si avvicina: Capitolo Tre
- Il messaggero
21 dicembre 2003 1º dicembre 2004
4 Perestroika: Chapter Four
- Stop Moving!
Perestroika: Capitolo Quattro
- Fermatevi!
28 dicembre 2003 1º dicembre 2004
5 Perestroika: Chapter Five
- Beyond Nelly
Perestroika: Capitolo Cinque
- Allo scoperto
4 gennaio 2004 2 dicembre 2004
6 Perestroika: Chapter Six
- Heaven, I'm in Heaven
Perestroika: Capitolo Sei
- Paradiso, Io sono in Paradiso!
11 gennaio 2004 2 dicembre 2004

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z