Angelo Zanardini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Angelo Zanardini (Venezia, 9 aprile 1820Milano, 7 marzo 1893) è stato un librettista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nella primavera 1854 fece rappresentare al teatro S. Benedetto l'opera: Amleto, della quale aveva scritto anche il libretto, ottenendo una critica favorevole. Trasferitosi a Milano, si dedica principalmente a scrivere e tradurre libretti lirici. Zanardini è autore della versione italiana delle poesie dei 12 volumi di Melodie di Schubert, e di una scelta di Melodie di Schumann che fanno parte della Biblioleca lirica di Casa Ricordi; ed insieme a Giulio Ricordi tradusse i versi dei 12 Canti a due voci di Mendelssohn, che fanno parte della stessa Biblioteca lirica.

ed. Schmidl e Tedeschi 1891, Musica di Francesco Paolo Frontini.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Libretti scritti[modifica | modifica sorgente]

Libretti tradotti[modifica | modifica sorgente]

Romanze[modifica | modifica sorgente]

  • Serenata , dall'arabo,versi di Angelo Zanardini, Musica di Francesco Paolo Frontini, ed.Schmidl e Tedeschi 1891
  • Gawara, cantilena, (A. Zanardini), Stabilimento musicale F. Lucca, Milano [ca 1879];
  • Canzone, messicana, (A. Zanardini), Stabilimento musicale F. Lucca, Milano [ca 1880];

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2635308 LCCN: n84022559