Angelo Pasquini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David di Donatello David di Donatello per la migliore sceneggiatura 2013

Angelo Pasquini (Roma, 1º maggio 1948) è un giornalista e sceneggiatore italiano.

Fondatore delle riviste satiriche Zut e Il Male, di cui è stato anche vicedirettore, dalla fine degli anni ottanta si è completamente dedicato all'attività di sceneggiatore cinematografico e televisivo, arrivando anche alla regia con il dramma carcerario Santo Stefano (1997), presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

Ha insegnato Teoria e tecnica della sceneggiatura presso la Facoltà di lettere e filosofia della Sapienza. Tiene un laboratorio di sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia e all'università di Padova. È stato giurato del Premio Solinas

Ha collaborato alla scrittura del film Vallanzasca - Gli angeli del male di Michele Placido, uscito nelle sale nel 2011, ma a lavoro terminato ha ritirato la firma dalla sceneggiatura insieme ad Andrea Purgatori, dicendosi contrariato dal risultato qualitativo.[1][2]

Nel 2013, assieme a Roberto Andò, è stato premiato con il David di Donatello per la migliore sceneggiatura, il Nastro d'argento alla migliore sceneggiatura e il Ciak d'oro alla migliore sceneggiatura, per il film Viva la libertà.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gloria Satta. Placido risponde alle critiche sul film: «Il male ha sempre affascinato gli artisti». Il Messaggero, 07-09-2010 (ultimo accesso il 07-09-2010).
  2. ^ Giro: "La commissione boccerà il film su Vallanzasca, niente soldi". ADNKRONOS, 07-09-2010 (ultimo accesso il 07-09-2010).