Angelo Messedaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Angelo Messedaglia
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Angelo Messedaglia
Luogo nascita Villafranca di Verona
Data nascita 2 novembre 1820
Luogo morte Roma
Data morte 5 aprile 1901
Legislatura XV

Angelo Messedaglia (Villafranca di Verona, 2 novembre 1820Roma, 5 aprile 1901) è stato un politico italiano. Fu senatore del Regno d'Italia nella XV legislatura.

A lui è dedicato il liceo scientifico più prestigioso di Verona: il Liceo scientifico statale Angelo Messedaglia.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Angelo Messedaglia nacque a Villafranca di Verona il 2 novembre del 1820, all'epoca nel Regno Lombardo Veneto. Diplomato presso il Cesareo Regio Convitto in Sant'Anastasia (attuale "Liceo-Ginnasio Scipione Maffei"), si laureò in Giurisprudenza presso l'Università di Pavia, dove iniziò la sua carriera di docente. Negli anni successivi insegnò anche a Padova e a Roma.

Convinto sostenitore degli ideali risorgimentali, denunciò la repressione austriaca contro la popolazione veronese dopo l'annessione del Veneto all'Italia nel 1866. Amico di Marco Minghetti e Quintino Sella, fu sostenitore della Destra, nelle cui file sedette in Parlamento come Deputato fra il 1866 e il 1882.

Apprezzato per le sue competenze giuridiche, tributarie e statistiche, rifiutò la carica di ministro che gli venne offerta, preferendo dedicarsi completamente allo studio.

Proprio i molti interessi culturali sono la principale caratteristica di Messedaglia: conosceva più lingue, sia straniere sia antiche; pubblicò non soltanto studi statistici ed economici, ma anche scritti omerici e traduzioni in italiano di poesie di Henry Wadsworth Longfellow e di Thomas Moore. Fu in contatto con Carducci e Fogazzaro.

Membro di varie Accademie italiane e straniere, ricoprì la carica di Presidente dell'Accademia dei Lincei fino al giorno della morte.

È considerato il precursore delle moderne facoltà di Scienze Politiche per via delle sue proposte di introdurre un piano organico di studi politico-amministrativi nell'ambito delle Facoltà di Giurisprudenza. Larga parte della sua produzione è attualmente conservata alla Biblioteca Civica di Verona, su affidamento del nipote Luigi.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine Civile di Savoia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Civile di Savoia

Principali pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Messedaglia, Statistica morale dell'Inghilterra comparata alla statistica morale della Francia di M.A. Guerry: relazione critica, Venezia, G. Antonelli, 1865
  • A. Messedaglia, L'imperatore Diocleziano e la legge economica del mercato: una lezione di più, Venezia, Tip. del commercio, 1866
  • A. Messedaglia, La statistica e i suoi metodi, Roma, 1872
  • E.W. Longfellow - T. Moore - ed altri, Alcune poesie, Traduzioni di A. Messedaglia, Torino, E. Loescher, 1878
  • A. Messedaglia, L'insegnamento politico-amministrativo: discorso, Roma, Civelli, 1880
  • A. Messedaglia, L'economia politica in relazione colla sociologia e quale scienza a sé: discorso, Roma, f.lli Pallotta, 1891

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14811021 SBN: IT\ICCU\VEAV\003591

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie