Angelo Bona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte alle verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.
Angelo Bona

Angelo Bona (Bologna, 30 gennaio 1955) è un medico psicoterapeuta italiano che svolge attività utilizzando l'ipnosi e l'ipnosi regressiva.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia, ha completato la propria analisi e ha conseguito il diploma di psicoterapeuta e l'iscrizione all'elenco dei medici psicoterapeuti di Bologna. Si è poi specializzato in Anestesia e Rianimazione e si è dedicato alla libera professione e alla psicoterapia individuale.

Negli anni Angelo Bona ha approfondito l'analisi dei testi indiani e della cultura orientale, prestando particolare attenzione ad autori come Patañjali, Paramahansa Yogananda, Maharishi Mahesh Yogi, Laozi, Jiddu Krishnamurti e Alan Watts.

Nel 2005 ha fondato con altri colleghi, l'A.I.I.Re., Associazione Italiana Ipnosi Regressiva[1], di cui è Presidente. È membro dell' A.S.C.H., American Society of Clinical Hypnosis[2].

Ha pubblicato numerosi testi sull'ipnosi regressiva e la psicoterapia per editori quali Edizioni Mediterranee, Arnoldo Mondadori Editore e Il Punto d'Incontro.

Attività[modifica | modifica sorgente]

Nella sua pratica professionale applica il metodo dell'ipnosi regressiva, tecnica utilizzata all'interno della psicoterapia, da altri medici quali Raymond Moody, Brian Weiss e Ian Stevenson, che però, secondo la scienza, produce falsi ricordi[3] e confabulazioni, cioè racconti deformati nel loro contenuto e prodotti inconsapevolmente. Inoltre, i critici della metodica parlano di pseudoreminiscenze, cioè di alloamnesie (con errori nella collocazione dell'evento) o di pseudomnesie (ovvero falsi contenuti della memoria relativi a esperienze mai vissute)[4]. Di parere opposto è Raymond Moody, che considera la regressione ipnotica "una rivelazione dell'inconscio più profondo, che ci dà la prova di una vita precedente"[5].

In base ai risultati ottenuti con questo metodo egli ritiene, invece, che i pazienti seguiti abbiano effettivamente ricordato vite precedenti. Sulla base dei risultati ottenuti ha ritenuto di poter definire pertanto una "legge karmica emozionale", secondo la quale gli stati emotivi indotti in noi stessi e negli altri nelle vite precedenti sarebbero rispecchiati emozionalmente nelle patologie attuali. Ritiene inoltre che eventi disarmonici generino "nuclei di tensione karmica" che produrrebbero dolore se non vengono fatti sfogare per mezzo di una "abreazione". La regressione ipnotica sarebbe una delle metodologie che consentirebbero di disinnescare questi nuclei di tensione[6].

Angelo Bona si ricollega alla filosofia delle Upanishad dell’antica India, risalenti al 900 a.C.[7], e che si ritrova negli Yogasutra[8] di Patanjali (vissuto probabilmente tra il IX e il IV secolo a.C.). Il religioso indiano riteneva che l’anima conservi le impressioni (samskāra) delle vite precedenti che il karma ha determinato[9]. Patanjali chiamava il processo di presunta regressione a vite precedenti pratiprasavah[10], letteralmente "riassorbimento", "nascita a ritroso". Tale pratica sarebbe in uso in numerose scuole di Yoga[11][12].

Il dott. Bona afferma in note trasmissioni televisive quali Il senso della vita che: "La scienza giustamente ritiene di non poter integrare in essa l’ipnosi regressiva, perché apre territori e mondi non ancora classificabili"[13][14].

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Vita nella vita, Mediterranee, 2001;
  • Ipnosi regressiva e psicoterapia dell'entusiasmo, Mediterranee, 2003;
  • L'amore oltre la vita, Oscar Mondadori, 2004;
  • L'amore dopo il tramonto, Oscar Mondadori, 2005;
  • L'amore maestro, Oscar Mondadori, 2006;
  • Una stazione nel cuore, Oscar Mondadori, 2008;
  • Il palpito dell'Uno, l'ipnosi regressiva e i colloqui con gli Spiriti Maestri, Oscar Mondadori, 2009;
  • Due cuori un'Anima Unica, l'ipnosi regressiva e il segreto di Noi-Amore, Oscar Mondadori, 2010;
  • Cerca la tua Immortalità, l'ipnosi regressiva: una via per l'eternità, Oscar Mondadori,2011;
  • Nel nome dell'Uno, l'ipnosi regressiva e i colloqui con i Maestri dell'Amore, Oscar Mondadori, 2013;

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A.I.I.Re.. Associazione Italiana Ipnosi Regressiva
  2. ^ http://i40.tinypic.com/b7lvg3.jpg
  3. ^ Articolo critico del Cicap sull'ipnosi regressiva
  4. ^ U. Galimberti, Dizionario di Psicologia, UTET, Torino, 1992
  5. ^ R. A. Moody, Ricordi di altre vite, Oscar Mondadori, Milano,1996, p. 210
  6. ^ Articolo di Angelo Bona su AltroGiornale.org
  7. ^ Mudholkar, VV (1971). "Analytic Survey of the Isavasyopanisad". Karnatak University. pp. 73
  8. ^ I.K. Taimni, La scienza dello Yoga. Commento agli yogasutra di Patanjali, Astrolabio- Ubaldini Editore, Roma, 1970
  9. ^ "Yoga Sutras 3.17-3.37: Experiences from Samyama".http://www.swamij.com/yoga-sutras-31737.htm. Retrieved on 2008-12-15
  10. ^ I.K. Taimni, op. cit., p.396
  11. ^ Osho (n.d.). The Alchemy of Yoga: Commentaries on the Yoga Sutras of Patanjali. Diamond Pocket Books Ltd. ISBN 81-288-0669-6
  12. ^ Kumar, R (2000). Kundalini for Beginners: The Shortest Path to Self-Realization (For Beginners). Llewellyn Publications. pp. 115-130. ISBN 1-56718-435-9
  13. ^ http://www.ilsensodellavita.tv/ospiti.php?k=0&id=97
  14. ^ Angelo Bona, "L'amore maestro", Oscar Mondadori, Milano, 2006, p. 8

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]