Angelica la Marchesa degli Angeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angelica
la Marchesa degli Angeli
Titolo originale Angélique Marquise des Anges
Autore Anne e Serge Golon
1ª ed. originale 1956
1ª ed. italiana 1957
Genere Romanzo
Sottogenere sentimentale
Lingua originale francese

Angelica la Marchesa degli Angeli è un romanzo del 1957 scritto da Anne e Serge Golon. Si tratta del primo libro di una serie di romanzi ambientati nella Francia del XVII secolo e aventi per protagonista Angelica, la marchesa degli angeli.

In Italia il romanzo è stato pubblicato per la prima volta nel 1957 dalla casa editrice Garzanti.

Negli anni 2000 il libro è stato ristampato in Italia ad opera della casa editrice TEA; ma in questa edizione il romanzo è stato diviso in due romanzi distinti intitolati Angelica la Marchesa degli Angeli e Angelica e il giustiziato di Notre-Dame.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo un'infanzia felice in un paesino di provincia, Angelica, figlia del nobile decaduto barone di Sancé de Monteloup, è costretta dal padre a sposare il ricco ma brutto Joffrey de Peyrac, conte di Tolosa. Inizialmente riluttante alla cosa, Angelica finirà con l'essere conquistata dalla personalità del marito: un uomo gentile e appassionante.

Dopo il matrimonio di Luigi XIV con l'infanta Maria Teresa d'Austria a Saint-Jean-de-Luz, al quale sono stati invitati, Joffrey viene arrestato per ordine del re con l'accusa di stregoneria. Dopo un processo farsa, Joffrey viene condannato ad essere bruciato vivo in piazza de Grève.

Angelica, ricercata dagli uomini del re, è costretta ad unirsi alla Corte dei Miracoli, il cui capo Calembredaine altro non è che il suo amico d'infanzia Nicolas Merlot.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La maledizione scagliata da Joffrey de Peyrac contro i suoi accusatori, sarà poi ripresa da Maurice Druon nel romanzo Le Roi de fer della serie dei Re maledetti e fatta pronunciare da Jacques de Molay contro i suoi accusatori.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo è stato trasportato sullo schermo nel 1964 nel film Angelica, diretto da Bernard Borderie ed interpretato da Michèle Mercier e Robert Hossein. Il film, primo di una serie di cinque film tutti diretti da Borderie, ottenne un successo mondiale.

Nel 1995 Robert Hossein ha realizzato uno spettacolo teatrale su Angelica, intitolato Angélique Marquise des Anges ed interpretato da Cécile Bois e dallo stesso Hossein. Lo spettacolo è stata recitato dal settembre 1995 al febbraio 1996 al Palais des Sports di Parigi.[1]

Nel 2013 il romanzo è stato nuovamente trasportato sullo schermo nel film Angelica, diretto da Ariel Zeitoun ed interpretato da Nora Arnezeder e Gérard Lanvin. Il film si è rivelato un fiasco clamoroso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Angelica resuscita a Parigi.