Angela Gheorghiu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angela Gheorghiu
Angela Gheorghiu, March 2012
Angela Gheorghiu, March 2012
Nazionalità Romania Romania
Genere Opera Lirica
Periodo di attività 1992 – in attività
Etichetta EMI
Album pubblicati 68
Studio 32
Live 23
Raccolte 11
Sito web

Angela Gheorghiu, nata Burlacu, IPA: [gejorgju] (Adjud, 7 settembre 1965), è un soprano rumena.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Quello di Angela Gheorghiu è considerato, a livello internazionale, uno dei nomi di spicco della lirica contemporanea[1]. Dopo essere stata allieva dell'insegnante di musica Mia Barbu, si diploma al Conservatorio di musica di Bucarest[2]. In breve tempo si afferma nel mondo della lirica grazie, oltre alla sua voce (non enorme ma dotata di notevole estensione e di grande abilità nel fraseggio), alla sua presenza scenica e alle sue doti recitative[1]. Dopo aver divorziato dal suo primo marito, Andrei Gheorghiu, sposa il tenore italo-francese Roberto Alagna. La cerimonia nuziale si è svolta sul palcoscenico del Metropolitan Opera di New York, durante una rappresentazione de La Boheme, nel 1996 ed è stata celebrata dal sindaco di New York, Rudolph Giuliani[3]. Hanno cantato insieme in molte performance e collaborato in diverse incisioni discografiche.

Debutto e carriera[modifica | modifica sorgente]

Debutta sul piano internazionale nel 1992 alla Royal Opera House di Londra con La Bohème nel ruolo di Mimì con Roberto Alagna. Nello stesso anno debutta alla Staatsoper di Vienna come Adina ne L'elisir d'amore con Alagna. Nel gennaio 1993 è Mimì ne La bohème al Wiener Staatsoper, in febbraio Liù in Turandot con Gwyneth Jones a Londra ed in marzo Nannetta in Falstaff (Verdi) a Vienna ed in luglio Zerlina in Don Giovanni (opera) al Covent Garden.

Debutta al Metropolitan Opera di New York come Mimì ne La bohème con Vincenzo La Scola nel dicembre 1993.

Alla Royal Opera House di Londra nel 1994 in febbraio è Nina in Chérubin di Jules Massenet ed in maggio Micaëla in Carmen (opera) con Plácido Domingo e Denyce Graves, ma il successo mondiale lo deve all'interpretazione della Traviata con Leo Nucci in novembre sotto la direzione di Georg Solti. Per questo evento, la BBC annullò improvvisamente la programmazione per mandare la recita in diretta a tutto il mondo[4]. Durante una delle prove il direttore, Sir Solti, dichiarò: "Ero in lacrime. Ho dovuto interrompere le prove. Questa ragazza è meravigliosa. Può fare tutto."[5][6] La performance è stata anche filmata e registrata per la Decca. Da allora la Gheorghiu è stata costantemente richiesta in teatri e sale da concerto di tutto il mondo, con una carriera che l'ha portata a New York, Londra, Parigi, Salisburgo, Berlino, Tokyo, Roma, Seul, Venezia, Atene, Montecarlo, Chicago, Filadelfia, San Paolo, Los Angeles, Lisbona, Valencia, Palermo, Balbeck, Amsterdam, Kuala Lumpur, Zurigo, Vienna, Madrid, Barcellona, Praga, Montreal, Mosca, Taipei, San Juan, Lubiana ecc.

Critica e performance[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 è Violetta Valéry ne La traviata a Vienna e nel 1996 con Ramon Vargas nel PalaFenice al Tronchetto per il Teatro La Fenice di Venezia.

Al Metropolitan è Liù in Turandot, Micaela in Carmen con Waltraud Meier e Domingo nel 1996, Giulietta in Romeo e Giulietta con Alagna nel 1998, Adina ne L'elisir d'amore con Alagna nel 1999, Marguerite in Faust (opera) con Alagna nel 2003, Violetta ne La traviata nel 2006, Amelia in Simon Boccanegra con Ferruccio Furlanetto nel 2007, tiene un concerto con Alagna "Live in Prospect Park" ed è Magda ne La rondine con Alagna e Samuel Ramey nel 2008.

All'Opéra National de Paris è Micaela in Carmen e Violetta Valery ne La traviata nel 1997 e Mimi ne La boheme nel 2001.

Al Royal Opera House è Adina ne L'elisir d'amore nel 1997, Magda de Civry ne La rondine con Alagna nel 1998, Giulietta in Romeo e Giulietta con Alagna ed Antonia in Les contes d'Hoffmann nel 2000, Nedda in Pagliacci (opera) con Domingo nel 2003, Amelia Grimaldi in Simon Boccanegra e Marguerite in Faust (opera) con Alagna e Bryn Terfel nel 2004.

Nel dicembre 2000 la Gheorghiu ha eseguito il ruolo principale nella trasposizione cinematografica di Tosca, diretta da Benoît Jacquot. Il film è uscito nei cinema di tutto il mondo ed è stato presentato al Festival del Cinema di Venezia nel 2001. La Gheorghiu ha anche interpretato Giulietta nel film Romeo e Giulietta (trasposizione cinematografica dell'opera di Gounod). Tra le apparizioni più importanti della sua carriera vi è quella in Pagliacci alla Royal Opera House accanto a Placido Domingo, nella Turandot alla Royal Opera House nei panni di Liù, in Romeo e Giulietta al Choregies d'Orange e al Festival di Salisburgo, in Faust al Metropolitan Opera di New York, alla Royal Opera House e all'Opera di Monte Carlo, in Simon Boccanegra alla Royal Opera House, al Festival di Salisburgo e al Musikverein di Vienna, e i concerti ad Amsterdam (per un Gala dedicato alla regina Beatrice), a New York (concerto di Capodanno con la New York Philharmonic), Filadelfia e Los Angeles.

Nel 2001 ha tenuto un concerto in onore del Presidente della Repubblica nel Teatro Malibran per la Fondazione Teatro La Fenice.

Nel 2004 è Mimì ne La bohème con Roberto Alagna al Teatro Regio di Torino.

Nel gennaio 2006 vi fu un nuovo successo con La Traviata al Metropolitan Opera di New York con le scenografie di Franco Zeffirelli, al fianco di Jonas Kaufmann, debuttante Alfredo[7]. Tre mesi dopo, in aprile, ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano con un recital, e in maggio ha aperto il Festival del cinema di Cannes.

Nel giugno 2006 debutta sulle scene con la Tosca di Giacomo Puccini al Covent Garden di Londra. È stato un evento molto importante per la carriera della Gheorghiu. Infatti, il Covent Garden, già nel 2004, aveva preso la decisione di mettere in scena una nuova produzione della Tosca, per sostituire quella che era stata creata per la Callas da Zeffirelli e che era andata in scena per quarant'anni[8]. La nuova produzione, creata da Jonathan Kent, è stata ideata appositamente per la Gheorghiu, consacrandola come una delle massime interpreti d'opera del XXI secolo[9]. Il successo è dovuto anche al basso baritono Bryn Terfel (richiesto dalla Gheorghiu) nei panni di Scarpia, e dal direttore d'orchestra Antonio Pappano, il quale ha affermato: "Stiamo sfidando una leggenda"[10]. La Gheorghiu, al fianco di Jonas Kaufmann, vestirà nuovamente i panni di Tosca al Covent Garden nel 2011: la recita verrà registrata e proiettata nei cinema su scala mondiale[11]. In realtà sarà proprio nel 2011 che la Tosca della Gheorghiu raggiungerà il successo atteso fin dalla prima messa in scena del 2006. A tal proposito il giornale "The Independent" ha scritto: "La Gheorghiu, nei panni di Tosca, è una diva nata. [...] I colori della sua voce hanno fatto di Tosca una donna leziosa e vulnerabile, rendendo il "Vissi d'arte" in maniera sospirata, straziante e - in puro stile da diva - bramosa di applausi. [...] Il suo raggelante grido alla realizzazione che (Mario) è morto ci ricorda perché questa diva rumena attrae le folle!"[12][13]. Nel dicembre 2006 è Giulietta in Romeo e Giulietta al Deutsche Oper Berlin.

Nel settembre 2007 ha interpretato Fanny nell’opera Marius et Fanny di Vladimir Cosma per la prima mondiale all’Opera di Marsiglia, al fianco di suo marito Roberto Alagna. In occasione della rappresentazione de La Boheme al Metropolitan di New York, la performance è stata trasmessa in diversi teatri per un pubblico di oltre un milione e cinquecentomila persone. Il 2007, nonostante i successi come La Traviata con Vittorio Grigolo e Renato Bruson al Teatro dell'Opera di Roma e La Rondine a San Francisco e New York, è però segnato da un rovinoso debutto al Teatro alla Scala di Milano nei panni, ancora una volta, di Violetta Valéry nella prima rappresentazione di La traviata[14]. Per l'occasione erano state riallestite le scenografie di Liliana Cavani e la direzione era stata affidata a Lorin Maazel. Le contestazioni furono rumorose, soprattutto da parte dei loggionisti, e dirette in modo particolare alla direzione di Maazel e alla performance della cantante[15]. Sebbene la recita di quella sera fosse stata ben lungi da quelle che l'avevano resa celebre e apprezzata a livello internazionale, è anche possibile che il pubblico scaligero fosse sobillato dal rancore verso il coniuge Roberto Alagna, scatenato dallo scandalo dell'Aida diretta da Riccardo Chailly durante la quale il tenore abbandonò la scena per essere stato contestato dal pubblico[15].

Nel 2008 in settembre è Suzel ne L'amico Fritz con Alagna al Deutsche Oper Berlin ed in ottobre Marguerite in Faust (opera) con Alagna a Vienna.

Nel 2009 tiene un recital nel Nationaltheater (Monaco di Baviera).

Nel 2010 la Traviata (ritenuta il suo cavallo di battaglia[16]) la riporta al successo per ben due volte: una prima in marzo/aprile al Metropolitan di New York (la sua 92 rappresentazione al Met) al fianco di un debuttante James Valenti nel ruolo di Alfredo[17], e una seconda volta a luglio (sempre al fianco di Valenti) al Covent Garden di Londra, dove fu riallestito lo spettacolo che l'aveva resa celebre sedici anni prima. A proposito di questo evento il giornale "The Times" ha scritto: "La Gheorghiu trionfa ancora con una Traviata di trascinante intensità [...] Tutte le cancellazioni, tutti i retroscena, tutti gli schiamazzi sono perdonati quando Angela Gheorghiu canta in questo modo! E non canta semplicemente, ma è capace di far vivere la distruttiva eroina Verdiana come il battito del cuore e il respiro dei polmoni tengono in vita il corpo umano [...] Ha emesso ogni nota con rara intensità, ecletticità timbrica e bellezza eterea. C'è una libertà gloriosa nel suo fraseggio, circa i tempi che prende per infondere il dramma ad ogni emissione vocale"[18].

Nel 2010 ha fatto il suo debutto in Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea, in una nuova produzione della Royal Opera House Covent Garden. L'"Observer" ha scritto: "È difficile immaginare qualcuno migliore di Angela Gheorghiu in questa parte. La voce della Gheorghiu, con i suoi pianissimo, è al contempo leggera e cremosa ma con un nucleo di acciaio, e corrisponde alle sue movenze fluide sul palco, peculiari di una recitazione naturale e disinvolta. È un'attrice nata! E ha reso commovente e credibile la morte di Adriana, alquanto fantasiosa e improbabile [...] struggente nell’aria celeberrima "Poveri fiori". Semplicemente indimenticabile!"[19]. Questo ruolo del repertorio verista italiano ha permesso, quindi, alla Gheorghiu non solo di dimostrare di avere "la più bella e passionale voce da soprano", ma anche di essere "un'attrice consumata. Con un totale controllo del suo strumento vocale, è riuscita ad essere rabbiosa nelle arie che lo richiedevano, trasudante di passione nei duetti amorosi, ed è stata capace di impazzire e morire in un sussurro che ha riempito tutto il teatro"[20] La casa discografica Decca Records rilascerà l'Adriana Lecouvreur della Gheorghiu in DVD nel gennaio 2012[21].

Il 28 ottobre 2011 partecipa al Gran Gala di riapertura del Teatro Bolshoi di Mosca interpretando un'aria della Dama di picche di Tchaikowsky: l'evento è stato mandato in onda live a teatri di tutto il mondo e ad alcune reti televisive, come quella franco-tedesca ARTE TV. La rivista "The faster times" ne ha scritto: "Il canto più bello della serata è stato quello di Angela Gheorghiu nella sua versione dell'aria di Lisa della Dama di picche di Tchaikowsky. Una voce gloriosa, calda e umana e piena di sentimento, nonostante cantasse con lo spartito (è stata un'aggiunta dell'ultimo minuto)".[22]

Nel 2012 è Mimì ne La bohème in marzo con Ainhoa Arteta al Gran Teatre del Liceu, in giugno con Alagna a Londra e in settembre-ottobre al Teatro alla Scala con Vittorio Grigolo e Piotr Beczala. Fino ad oggi al Covent Garden la Gheorghiu ha preso parte a 106 rappresentazioni.

Profilo caratteriale[modifica | modifica sorgente]

Angela Gheorghiu è, però, famosa nel mondo della lirica anche per il suo forte carattere, per le sue numerose cancellazioni e per diversi litigi con direttori di teatri e d’orchestra. Nel 1996 ebbe uno scontro con l’allora direttore generale del Metropolitan di New York, Joseph Volpe: la Gheorghiu fu ingaggiata per la parte di Micaela nella Carmen di Bizet al fianco di Placido Domingo. Secondo la produzione ideata da Zeffirelli, per la parte di Micaela la cantante avrebbe dovuto indossare una parrucca bionda da lei poco gradita. Quando il Met mise in scena, nel 1997, questa Carmen in Giappone, la Gheorghiu rifiutò di indossare la parrucca. Volpe ribatté: "La parrucca andrà in scena, con o senza di te!", cosicché ella si oppose e venne sostituita.[23] La cantante attribuisce la sua schiettezza al fatto di essere cresciuta sotto il regime totalitario di Nicolae Ceaușescu: "Io sono cresciuta in una paese dove non era possibile avere una opinione propria, e questo mi ha reso ora più forte. Molti cantanti hanno paura di rifiutare gli ingaggi dei teatri, cercando di evitare una cattiva reputazione. Ma io ho il coraggio di farlo se in quel momento non voglio o non sono in forma per cantare. Io lotto per l’opera lirica, e per questo voglio essere presa sul serio! La musica pop è per il corpo, la lirica è per l’anima!"[3]

Nel novembre 1998, Volpe ingaggiò ancora la Gheorghiu con suo marito Alagna per la Traviata. La coppia ritardava continuamente la firma dei contratti, finché Volpe non decise di sostituirli con Marcelo Álvarez e Patricia Recette.[24]

Nel settembre 2007 la Gheorghiu fu licenziata dalla Lyric Opera of Chicago per una produzione della Boheme, a causa delle numerose assenze alle prove e alla prova costume e in genere per atteggiamenti “poco professionali”. A tal proposito la Gheorghiu ribatté: "Sono stata impegnata con le prove per Madama Butterfly ed ho mancato alla prova costume per raggiungere mio marito a New York e salvare il mio matrimonio! Ho cantato la Bohème centinaia di volte, non essere stata presente a qualche prova non sarebbe stata una tragedia."[25]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

La sua discografia ha ricevuto ampio successo di critica e ha ricevuto molti premi come il "Premio Gramophone", "Diapason d'Or Award", "Choc du Monde de la Musique" in Francia, "Premio Cecilia" in Belgio, "Deutsche Schallplattenkritik-Preis" in Germania, il "Premio Echo", il "Premio italiano Musica e Dischi", il "Premio della Critica USA" ecc. La Gheorghiu ha vinto il titolo di "Artista femminile dell'anno" ai Classical Brit Awards nel 2001 e 2010 ed è stata nominata nel 2002 ai Grammy Awards per la sua incisione di Manon (nominata nel 2001 “Best opera recording” ai Grammophone Awards). È stata premiata con "La Vermeille Medaille de la Ville de Paris" e nominata "Chevalier" dell'Ordre des Arts et des Lettres e "Officier" dello stesso dal Ministero francese della cultura e dal suo paese natale, la Romania. Nel dicembre 2010 ha ricevuto il titolo onorifico di "Dottore honoris causa" dall'Università delle Arti di Iaşi (Romania) e la "Stella della Romania", la più alta decorazione data dal Presidente della Romania.

Angela Gheorghiu è anche apparsa al 74esimo posto nella lista delle 100 donne più sexy del mondo della rivista maschile FHM.[26]

Il I febbraio 2008 la scuola elementare di Adjud è stata ribattezzata avendo la cantante come madrina: da quel giorno la scuola ha acquisito il nome di "Scoala cu cls.I-VIII Angela Gheorghiu"[27].

Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres - nastrino per uniforme ordinaria Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres
— 2000
Stella della Romania - nastrino per uniforme ordinaria Stella della Romania
— 2010

Repertorio parziale[modifica | modifica sorgente]

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Carmen
Micaela
Carmen Bizet
Adriana Lecouvreur Adriana Lecouvreur Cilea
Fanny Marius et Fanny Cosma
Adina L'elisir d'amore Donizetti
Fedora Romanov Fedora Giordano
Marguerite Faust Gounod
Giulietta Romeo e Giulietta Gounod
Nedda Pagliacci Leoncavallo
Suzel L'amico Fritz Mascagni
Manon Manon Massenet
Charlotte Werther Massenet
Zerlina Don Giovanni Mozart
Mimì La bohème Puccini
Floria Tosca Tosca Puccini
Cio-Cio-San Madama Butterfly Puccini
Magda de Civry La rondine Puccini
Un'amante Il tabarro Puccini
Suor Angelica Suor Angelica Puccini
Lauretta Gianni Schicchi Puccini
Leonora Il trovatore Verdi
Violetta Valery La traviata Verdi
Amelia Grimaldi Simon Boccanegra Verdi

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Particolare attenzione bisogna rivolgere alla discografia della cantante, caratterizzata da una prolificità insolita per il mondo della lirica[1]. Il suo primo contratto discografico in esclusiva è stato firmato nel 1995 con la Decca, poi dal 1998 ha inciso per la EMI Classics e la Deutsche Grammophon. Qui è riportato un elenco approssimativo della discografia della cantante:

DVD & BLU-RAY parziale[modifica | modifica sorgente]

  • Adriana Lecouvreur diretta da Mark Elder con Jonas Kaufmann, Alessandro Corbelli e Orchestra e Coro del Royal Opera House Covent Garden (DVD e Blu-ray Disc nel 2011) Decca
  • Elisir d'amore - Pidò/Gheorghiu/Alagna, 1996 Decca
  • Traviata - Solti/Gheorghiu/Lopardo/Nucci, 1994 Decca
  • Tosca diretta da Antonio Pappano con Jonas Kaufmann, Bryn Terfel e Orchestra e Coro del Royal Opera House Covent Garden (DVD e Blu-ray Disc nel 2012) EMI
  • La bohème - Gheorgiu/Arteta/Vargas/Luisotti, regia Zeffirelli, 2008 The Metropolitan Opera
  • La rondine - Gheorghiu, Alagna, Brenciu, Ramey, direttore Marco Armiliato - MET Orchestra e Coro (DVD HD EMI Classics 2009)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Le stelle della lirica: i grandi, di Enrico Stinchelli.
  2. ^ sito ufficiale.
  3. ^ Covent Garden: the untold story, di Norman Lebrecht.
  4. ^ Covent Garden: the untold story, di Norman Lebrecht.
  5. ^ articolo su "Global Times".
  6. ^ Carol Brennan, "Gheorghiu, Angela." Contemporary Musicians. 2003. Encyclopedia.com.
  7. ^ Associated Press
  8. ^ articolo su "The Independent".
  9. ^ BBC NEWS | Entertainment | Curtain rises on new Tosca opera.
  10. ^ Diva vs diva - Features, Music - The Independent.
  11. ^ Royal Opera House Cinema | Screenings of Tosca w/c 4th NOV.
  12. ^ cfr. l'articolo.
  13. ^ cfr. la nota.
  14. ^ cfr. "Sipario".
  15. ^ a b "Sipario": La Traviata.
  16. ^ Le stelle della lirica: i grandi, di Enrico Stinchelli.
  17. ^ "La Traviata" Returns Starring Angela Gheorghiu, Closes 4/24.
  18. ^ Angela Gheorghiu_Traviata Review_10_10_20.jpg DivShare.
  19. ^ Adriana Lecouvreur; Tansy Davies.
  20. ^ Express.co.uk: Home of the Daily and Sunday Express | Adriana Lecouvreur, Royal Opera House.
  21. ^ cfr. il sito.
  22. ^ Love thy Opera House—The Bolshoi Reopens | Dance
  23. ^ [1]
  24. ^ Hesitating Celebrity Couple Loses a Met Opera Contract - New York Times
  25. ^ A Diva Is Fired - New York Times
  26. ^ The Observer Profile: Angela Gheorghiu and Roberto Alagna | Music | The Observer
  27. ^ cfr. il sito.
  28. ^ che è stata l’incisione vincitrice del Gramophone Award 2009 cfr. e che ha assicurato alla cantante il riconoscimento di “Famale Artist of the Year” ai Classical Brit Awards del 2009 (da lei già vinto una prima volta nel 2001)
  29. ^ recital dedicato a Maria Callas di arie del repertorio francese e italiano particolarmente amate dalla Callas e dalla Gheorghiu. Perla del disco è un duetto virtuale delle due cantanti nella Habanera di Georges Bizet per il quale è stata utilizzata un'incisione della Callas del 1963. cfr. L'incisione risulta al primo posto nella "Specialist Classic Chart" della rivista "Gramophone" già nella prima settimana d'uscita. [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24583225 LCCN: no/97/7115