Anello di valutazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In algebra, un anello di valutazione (o dominio di valutazione) è un anello commutativo unitario integro A tale che, per ogni x nel suo campo dei quozienti, almeno uno tra x e x^{-1} è in A; equivalentemente, è un anello commutativo integro i cui ideali sono totalmente ordinati.

Esempi di anelli di valutazione sono le localizzazioni di \mathbb{Z} e di K[X] (dove K è un campo) su un loro ideale primo, oppure l'anello degli interi p-adici per un numero primo p, o ancora l'anello K[[X]] delle serie formali su un campo.

Una versione "globale" degli anelli di valutazione sono i domini di Prüfer, che sono quegli anelli in cui, per ogni ideale primo P, la localizzazione AP è un anello di valutazione.

Definizioni equivalenti[modifica | modifica wikitesto]

Un anello di valutazione può essere definito in diversi modi equivalenti: sia A un dominio d'integrità e K il suo campo dei quozienti.

  • Per ogni x in K, x o x -1 è in A;
  • gli ideali di A sono totalmente ordinati;
  • gli ideali principali di A sono totalmente ordinati (ovvero, per ogni a e b in A, a divide b o b divide a).

Valutazioni[modifica | modifica wikitesto]

Un ulteriore modo di definirli è attraverso l'uso di una valutazione (da cui il nome): questa è un omomorfismo suriettivo di gruppi

v:K^*\longrightarrow G

(dove K è un campo, K* il suo gruppo moltiplicativo e G è un gruppo totalmente ordinato) tale che, se x + y è diverso da 0, allora

v(x+y)\geq\min(v(x),v(y)).

L'anello A_v=\{x\in K^*|v(x)\geq 0\}\cup\{0\}, detto l'anello associato a v, è un anello di valutazione; viceversa, dato un anello di valutazione A con campo dei quozienti K, se G il gruppo quoziente K^*/U(A) (dove U(A) sono le unità di A), allora G può essere ordinato totalmente attraverso la relazione

xU(A)\leq yU(A)\iff xy^{-1}\in A.

Il quoziente canonico v:K^*\longrightarrow G che manda un elemento x nella classe xU(A) diventa in questo modo una valutazione, il cui anello associato è esattamente A.

Più in generale, è possibile costruire, dato un qualsiasi gruppo totalmente ordinato G, un anello di valutazione A tale che G\simeq K^*/U(A): se F è un campo, allora si considera un insieme di indeterminate \{X_g|g\in G\} e si considera il campo K=F(\{X_g\}); l'applicazione che manda ogni polinomio \sum_{g\in G}f(g)X_g nel più piccolo g\in G tale che f(g) è diverso da 0 è una valutazione su K, a cui è associato un anello di valutazione A tale che quoziente K^*/U(A) è isomorfo a G.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Dalla caratterizzazione attraverso l'ordinamento degli ideali è facile concludere che se V è un anello di valutazione e P un suo ideale primo, allora sia il quoziente V/P che la localizzazione VP sono ancora anelli di valutazione.

Un anello di valutazione è un anello locale; in termini delle valutazioni, il suo ideale massimale è dato dagli x tali che v(x)>0. Gli anelli di valutazione sono integralmente chiusi, e la chiusura integrale di un dominio d'integrità D è l'intersezione di tutti gli anelli di valutazione compresi tra D e il suo campo dei quozienti. In particolare, tra un dominio d'integrità e il suo campo dei quozienti sono presenti sempre degli anelli di valutazione; inoltre, alcuni di questi hanno dimensione uguale a quella di D.

Tutti gli ideali finitamente generati di un anello di valutazione A sono principali, e quindi un anello di valutazione è, in particolare, un dominio di Bézout; se inoltre è noetheriano, A è un dominio ad ideali principali ed ha quindi dimensione 1. Tali anelli sono chiamati anelli a valutazione discreta, e possono essere caratterizzati anche come quegli anelli di valutazione la cui valutazione è a valori sull'anello \mathbb{Z} dei numeri interi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica