Aneiaculazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'aneiaculazione è l'impossibilità patologica di eiaculare di un maschio, con (orgasmica) o senza (anorgasmica) orgasmo. Può dipendere da una o più fra numerose cause, fra cui, in ordine di frequenza:

  1. Inibizione sessuale
  2. Inibizione farmacologica, indotta principalmente antidepressivi e neurolettici, che i pazienti i quali se ne accorgono tendono ad abbandonare senza o contro il parere del medico.[1][2]
  3. Disfunzioni del sistema nervoso autonomo

L'aneiaculazione, specialmente nella variante orgasmica, è di solito indistinguibile dalla eiaculazione retrograda senza un esame delle urine che escluda quest'ultima, rilevando l'assenza di spermatozoi nell'urina.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ G. Alei, Eiaculazione retrograda e aneiaculazione. URL consultato il 3 dicembre 2013.
  2. ^ Psicosessuologia.it, Disturbi dell'eiaculazione. URL consultato il 3 dicembre 2013.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina