Andy Gomarsall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andy Gomarsall
Andy Gommarsall.JPG
Gomarsall in azione contro gli Harlequins
Dati biografici
Nome Andrew Charles Thomas Gomarsall
Paese Regno Unito Regno Unito
Altezza 177 cm
Peso 90 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Mediano di mischia
Ritirato 2010
Carriera
Attività di club¹
1993-1998 Wasps Wasps 82 (75)
1998-1999 Bath Bath 2 (0)
1999-2001 Bedford Bedford 20 (70)
2001-2005 Gloucester Gloucester 83 (73)
2005-2006 Worcester Worcester 18 (5)
2006-2009 Harlequins Harlequins 37 (13)
2009-2010 Leeds Leeds 16 (0)
Attività da giocatore internazionale
1996-2008 Inghilterra Inghilterra 35 (37)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003
Finalista RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2007

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 28 gennaio 2011

Andrew Charles Thomas “Andy” Gomarsall (Durham, 24 luglio 1974) è un ex rugbista a 15 britannico, nazionale inglese, mediano di mischia; con la sua Nazionale ha partecipato a due Coppe del Mondo, vincendo l'edizione del 2003.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gomarsall si impose all'attenzione nel 1992 quando guidò la nazionale inglese Under-18 al suo primo Grande Slam nel Cinque Nazioni di categoria dopo 11 anni: questo gli valse l'attenzione dei London Wasps che lo ingaggiarono subito. Nel 1996, in occasione di un test match contro l'Italia, avvenne l'esordio in Nazionale maggiore; l'anno successivo Gomarsall fu impiegato in tre delle quattro partite del Cinque Nazioni 1997.

Nel 1999 giunse il suo primo successo, la Coppa Anglo-Gallese, che fu anche il preludio al cambio di maglia. Gomarsall si trasferì infatti al Bedford, nel quale rimase due stagioni, l'ultima delle quali da capitano. Del 2001 è il trasferimento al Gloucester, presso cui in 4 stagioni Gomarsall vinse un campionato inglese e un'altra Coppa Anglo-Gallese.

Tra il 2002 e il 2004 si propose come titolare fisso in Nazionale, nella quale si caratterizzò per l'affidabilità nel pacchetto di mischia, e prendendo parte alle vittorie contro Argentina, Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda (le ultime tre per due volte in un biennio); nella Coppa del Mondo di rugby 2003 in Australia Gomarsall disputò tutti gli incontri, segnando anche due mete (all'Uruguay, battuto 111-13) e laureandosi campione del mondo proprio contro la Nazionale padrona di casa, a Sydney.

Tra il 2003 e il 2005 Gomarsall fu nominato vice capitano della squadra, e fu impegnato oltre che nei consueti test match autunnali, anche negli incontri contro i prestigiosi New Zealand Barbarians e, più tardi, contro i Barbarians britannici.

Un infortunio, però, lo tenne fuori dalla Nazionale, e anche il Gloucester non gli rinnovò il contratto; nell'estate del 2005, quindi, Gomarsall firmò un triennale per il Worcester[1]; tuttavia il club, al termine della stagione successiva, rescisse il contratto del giocatore insieme a quello di altri nove suoi compagni di squadra[2], azione contro la quale Gomarsall si riservò di ricorrere in tribunale. Nelle more di veder regolata in giudizio la controversia, nel settembre 2006 firmò un contratto a gettone con gli Harlequins: il club gli corrispose un compenso in base alle prestazioni in campo. «Quel che mi è successo è allucinante e non l'auguro a nessuno. Amo giocare a rugby e ultimamente mi è davvero mancato. Sono grato ai Quins per avermi dato quest'opportunità»[3].

Il buon rendimento negli Harlequins fece riguadagnare a Gomarsall la maglia della Nazionale inglese, e Brian Ashton lo convocò per la Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia. Nel corso del torneo Gomarsall ebbe la sua occasione per mettersi in luce: fu nella semifinale contro la Francia, il 13 ottobre allo Stade de France, quando diede a Josh Lewsey la palla decisiva della meta che segnò la differenza di punteggio tra le due squadre (14-9) e diede all'Inghilterra la seconda finale mondiale consecutiva, poi persa contro il Sudafrica.

Le ultime partite internazionali di Gomarsall risalgono al Sei Nazioni 2008 (incontro più recente, vittoria 23-19 a Roma contro l'Italia). Il contratto con gli Harlequins fu regolarizzato e durò fino al 2009, anno in cui Gomarsall si trasferì al Leeds Carnegie[4].

Ritiratosi alla fine della Premiership 2009-10, Gormarsall è stato ingaggiato dai London Wasps per la propria formazione di rugby a 7[5].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Worcester seal Gomarsall signing in BBC Sport, 1° aprile 2005. URL consultato il 12-2-2008.
  2. ^ (EN) Warriors terminate Gomarsall deal in BBC Sport, 29 giugno 2006. URL consultato il 12-2-2008.
  3. ^ (EN) Bryn Palmer, Gomarsall delight at Quins chance in BBC Sport, 25 settembre 2006. URL consultato il 12-2-2008.
  4. ^ (EN) World Cup winner Andy Gomarsall joins Leeds from Harlequins in The Guardian, 12 agosto 2009. URL consultato il 28-1-2011.
  5. ^ (EN) Wasps return for Gomarsall in Sky Sports, 20 luglio 2010. URL consultato il 28-1-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]