Andrzej Kijowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il critico letterario, poeta e giornalista figlio di Andrzej, vedi Andrzej Tadeusz Kijowski.
Andrzej Kijowski

Andrzej Kijowski (Cracovia, 29 novembre 1928Varsavia, 29 giugno 1985) è stato uno scrittore e critico letterario polacco autore di romanzi, saggi e sceneggiature.

Ha collaborato soprattutto per le riviste Przegląd Kulturalny, Tygodnik Powszechny e per il mensile Twórczość, di cui fu anche redattore. Combatté la censura nel suo Paese, installatasi il 29 febbraio 1968, con una lettera di protesta, letta durante una rappresentazione al Teatro Nazionale di Varsavia. Dal 1967 al 1968 fu direttore della fondazione a favore del Teatro drammatico, dalla quale fu poi costretto a dimettersi per la famosa lettera. Non vedeva con simpatia il Comunismo in Polonia, ma non lo condannò mai ufficialmente: tuttavia l'attiva collaborazione con il movimento nazionalista Polskie Porozumienie Niepodległościowe (PPN) gli costò addirittura la prigionia nel 1982, a causa della legge marziale installatasi nel 1981. In seguito alla sua morte, nel 1985 fu creato un premio letterario in suo onore: il Premio Andrzej Kijowski. Il figlio Andrzej Tadeusz Kijowski, nato il 15 giugno 1954, è un noto critico letterario, poeta e scrittore.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 111687174 LCCN: n82024903