Andrew Sheridan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrew Sheridan
Dati biografici
Nome Andrew John Sheridan
Paese Regno Unito Regno Unito
Altezza 195 cm
Peso 128 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Pilone
Squadra Tolone Tolone
Carriera
Attività di club¹
1998-1999 Richmond Richmond 6 (0)
1999-2003 Bristol Bristol 58 (25)
2003-2012 Sale Sharks Sale Sharks 95 (25)
2012- Tolone Tolone 33 (0)
Attività da giocatore internazionale
2004-2011
2009
Inghilterra Inghilterra
British Lions British Lions
40 (0)
2 (0)
Palmarès internazionale
Finalista RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2007

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 10 dicembre 2013

Andrew John Sheridan (Bromley, 1º novembre 1979) è un rugbista a 15, musicista, compositore e cantante britannico, nazionale inglese, che come pilone milita in Top 14 nelle file del Tolone.

Più alto della media (195 cm) per il suo ruolo, Sheridan è anche dotato di una forza fisica notevole: è infatti capace di sollevare 225 kg da sdraiato e 275 in piegamento sulle ginocchia, prestazione quasi di livello olimpico[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sheridan iniziò la pratica rugbistica a 9 anni, negli allievi dell'Old Ethamians R.F.C., dove rimase fino a quando non iniziò le scuole superiori, al Dulwich College. Negli anni del liceo fu chiamato nella selezione inglese U-16 e poi U-18 scolastica, come seconda linea. A 19 anni fu ingaggiato dal Richmond e nel 1999 fu convocato dall'Inghilterra U-21 per un tour nell'Emisfero Sud. Al suo ritorno fu ingaggiato da professionista dal Bristol, dove evolvette da seconda linea a pilone e, occasionalmente, anche terza centro.

Aggregato dall'Inghilterra maggiore al tour sudafricano nel 2000 ma mai schierato, fu regolarmente utilizzato altresì dall'Inghilterra “A” nel biennio successivo, in particolare in match contro le pari categoria Irlanda e Francia, poi nel 2003 contro Canada, Stati Uniti e Giappone; nel 2004 cambiò squadra di club dopo la retrocessione del Bristol, e firmò un contratto per il Sale Sharks.

La prima partita in Nazionale maggiore fu un match non ufficiale contro i Barbarians, immediatamente dopo la vittoria nella Coppa del Mondo di rugby 2003; il debutto effettivo, in un test match, avvenne nel novembre 2004, contro il Canada.

La convocazione per il tour dei British Lions per il loro tour neozelandese del 2005 sollevò qualche perplessità legata all'affidabilità di un giocatore che aveva solo un incontro internazionale a livello di test match. Per la sua irruenza, durante la partita contro i New Zealand Māori fu mandato nel recinto di punizione per avere dato un pugno a un avversario a seguito di un contatto ravvicinato in cui i due sbatterono la testa l'uno contro l'altro[2]. Tornato in Inghilterra, costruì la sua fama di bulldozer sulla performance offerta durante il match autunnale contro l'Australia in novembre, in cui distrusse tutto il pacchetto di mischia avversario, nessuno dei cui componenti finì la partita all'80': Al Baxter terminò nel recinto per aver causato volontariariamente il collasso della mischia; subito dopo Matt Dunning, in una prova di forza, rischiò una lesione al collo, e l'Australia rimase in 13 uomini in campo[3].

Convocato per la Coppa del Mondo 2007, fu di nuovo contro l'Australia che Sheridan diede un'altra delle sue più notevoli dimostrazioni di forza: nella partita che decise l'accesso alla semifinale[4], e che l'Inghilterra vinse con un tiratissimo 12-10, Sheridan diede un grande contributo alla tenuta delle mischie da parte inglese, e costrinse gli avanti australiani a numerosi errori, che si concretizzarono in vari calci di punizione che Jonny Wilkinson trasformò in punti.

Nel 2009, convocato di nuovo per i British Lions in Sudafrica, scese in campo nel secondo e terzo test della serie contro gli Springbok[5]; ha preso parte anche alla Coppa del Mondo di rugby 2011 in Nuova Zelanda.

Carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Fuori dall'ambito sportivo Andrew Sheridan è un chitarrista e compositore; durante una sua assenza per infortunio ha registrato 16 brani per il suo album d'esordio, Where We Go from Here, uscito a ottobre 2010[6].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Barney Ronay, All you need to know about tonight’s teams in The Guardian, 13 ottobre 2007. URL consultato il 19-3-2008.
  2. ^ (EN) NZ Maori 19-13 Lions in BBC, 11 giugno 2005. URL consultato il 2-3-2010.
  3. ^ (EN) England 26 - 16 Australia in BBC, 12 novembre 2005. URL consultato il 2-3-2010.
  4. ^ (EN) Stephen Jones, Pack devours sad Wallabies in The Times, 7 ottobre 2007. URL consultato il 2-3-2010.
  5. ^ (EN) Andrew Sheridan is British Lions' biggest threat, says Springbok in The Mirror, 15 giugno 2009. URL consultato il 2-3-2010.
  6. ^ (EN) Sale prop Andrew Sheridan releases music album in BBC, 5 ottobre 2010. URL consultato il 26-12-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]