Andrej Kivilëv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

2

Andrej Kivilëv
Dati biografici
Nazionalità Kazakistan Kazakistan
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Carriera
Squadre di club
1998-1999 Festina Festina
2000 AG2R Prévoyance AG2R Prévoyance
2001-2003 Cofidis Cofidis
Palmarès
 

Andrej Kivilëv (cir. Андрей Кивилёв; Taldyqorǧan, 20 settembre 1973Saint-Étienne, 12 marzo 2003) è stato un ciclista su strada kazako.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nato nell'allora Unione Sovietica, divenne kazako allo scioglimento della Federazione, nel 1992. Nel 1996 corse da dilettante il Giro della Malesia, ottenendo risultati positivi: il talent-scout Gilles Mas lo notò e decise di portarlo in Francia insieme all'amico Aleksandr Vinokurov. Nel 1998 Kivilev venne ingaggiato dalla Festina e vinse una frazione del Giro del Mediterraneo, ma in quell'anno la squadra venne coinvolta in un grande scandalo doping che convinse il kazako, del tutto estraneo alla vicenda, a cercare altre società.

Kivilev (che corse sempre per squadre francesi) passò quindi all'AG2R Prévoyance e dal 2001 alla Cofidis. Proprio nel 2001 ottenne le sue uniche due vittorie prestigiose, una tappa al Giro del Delfinato e una nella Route du Sud, e si mise in mostra nel Tour de France in cui arrivò quarto sfruttando anche una "fuga bidone" operata in una delle prime tappe del corsa francese, che gli fece guadagnare più di mezz'ora sul gruppo della maglia gialla.

L'11 marzo 2003, mentre era in testa insieme ad altri due corridori nella Parigi-Nizza, franò addosso alla bicicletta del ciclista Volker Ordowski (che era scivolato in precedenza per un problema meccanico) e cadde a terra, battendo violentemente la testa: rimasto privo di sensi, venne trasportato all'ospedale di Saint-Chamond dove entrò in coma vigile e con un trauma cranio-facciale; trasportato all'ospedale di Saint-Étienne, morì a causa di edema.

Fu soltanto con la sua morte che si arrivò a una ferma decisione in merito a rendere obbligatorio l'uso del casco. Il suo utilizzo divenne obbligatorio dallo stesso anno anche se fino al 2005 era possibile toglierlo in alcune parti della gara. Dal 2006 il casco obbligatorio divenne permanente[1].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Classifica generale Route du Sud
5ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2000: 32º
2001: 4º
2002: 21º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Geoffrey Wheatcroft, Le Tour: a history of the Tour de France, 1903-2003, London, Pocket Books, 2003, p. 320, ISBN 0-7434-4992-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]