Andreis (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andreis
comune
Andreis – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Pordenone-Stemma.png Pordenone
Amministrazione
Sindaco Romero Alzetta (lista civica Vivere Andreis) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 46°12′00″N 12°37′00″E / 46.2°N 12.616667°E46.2; 12.616667 (Andreis)Coordinate: 46°12′00″N 12°37′00″E / 46.2°N 12.616667°E46.2; 12.616667 (Andreis)
Altitudine 455 m s.l.m.
Superficie 26,95 km²
Abitanti 282[2] (31.12.2011)
Densità 10,46 ab./km²
Frazioni Alcheda, Bosplans, Prapiero, Sott'Anzas[1]
Comuni confinanti Barcis, Frisanco, Maniago, Montereale Valcellina
Altre informazioni
Lingue friulano
Cod. postale 33080
Prefisso 0427
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 093001
Cod. catastale A283
Targa PN
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona F, 3 154 GG[3]
Nome abitanti andreani
Patrono santa Maria delle Grazie
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Andreis
Posizione del comune di Andreis nella provincia di Pordenone
Posizione del comune di Andreis nella provincia di Pordenone
Sito istituzionale

Andreis (Andreis in friulano standard, Andrees in friulano occidentale[4][5]) è un comune italiano di 282 abitanti della provincia di Pordenone in Friuli-Venezia Giulia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale, completamente compreso nelle Prealpi Carniche, coincide con la valle del torrente Alba che si apre alla sinistra della val Cellina poco prima del lago di Barcis. Essa si sviluppa in direzione est-ovest ed è dominata a nord dalla catena Chiarescons-Cornaget-Resettum (e in particolare dal monte Raut che con i suoi 2 025 m rappresenta il punto di massima altitudine) e a sud dal più modesto monte Fara (1 342 m). Termina con la forcella di Pala Barzana (840 m) che permette i collegamenti con Frisanco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Di Andreis mancano attestazioni precedenti all'anno Mille. Non è chiaro, quindi, a quando risalga il primo insediamento stabile. Si sa che in epoca romana la montagna friulana era agevolmente collegata alla pianura via fiume ed è dunque lecito supporre che anche la zona di Andreis fosse almeno frequentata da pastori e boscaioli. Essi potevano trovare rifugio nei numerosi antri che si aprono nella zona, detti nel dialetto del luogo andres (da cui, forse, il toponimo).

Il borgo potrebbe essere stato fondato attorno alla caduta dell'Impero Romano da popolazioni in fuga dalle invasioni barbariche che avevano devastato i centri della pianura.

Andreis viene citata per la prima volta in un documento del 996, con cui Ottone III del Sacro Romano Impero confermavaal vescovo di Concordia Benno diritti su vari località tra cui le ville di Navarons, Tramonti e Andreis. Nel medioevo rappresentò una dipendenza della pieve di Barcis dalla quale si affrancò nel 1651[6][7].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]


Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcheda
Localizzata a nordovest di Andreis, è il centro abitato più elevato del comune, posto a 542 m alle pendici del monte Taront. Conta 29 abitanti[9].
Bosplans
30 abitanti[9], si trova tra il capoluogo e forcella Pala Barzana, a 529 m. Tra i luoghi d'interesse spicca un'antica fontana scavata in un monolite, lungo l'antico sentiero che collegava Montereale Valcellina a Barcis attraverso la valle di Andreis[10].
Prapiero
È posta a valle del capoluogo (437 m) e conta 23 residenti[9].
Sott'Anzas
Piccolo gruppo di case sparse a est di Andreis, presso la riva destra del torrente Susaibes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Andreis - Statuto.
  2. ^ ISTAT data warehouse
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana.
  5. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 28.
  6. ^ Cenni Storici, Comune di Andreis. URL consultato il 4 giugno 2014.
  7. ^ Parrocchia Santa Maria delle Grazie, Diocesi di Concordia-Pordenone. URL consultato il 4 giugno 2014.
  8. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ a b c Popolazione residente - Pordenone (dettaglio loc. abitate) in 14º Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni, ISTAT. URL consultato il 4 giugno 2014.
  10. ^ Il Territorio, Comune di Andreis. URL consultato il 4 giugno 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Friuli-Venezia Giulia Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia