Andreas Widhölzl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andreas Widhölzl
Andreas Widhölzl 2006.jpg
Andreas Widhölzl a Holmenkollen nel 2006
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 180 cm
Peso 64 kg
Salto con gli sci Ski jumping pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra SC Fieberbrunn
Ritirato 2008
Palmarès
Olimpiadi 1 0 2
Mondiali 2 0 1
Mondiali di volo 0 2 1
Mondiali juniores 0 2 1
Torneo dei quattro trampolini 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Andreas Widhölzl (Sankt Johann in Tirol, 14 ottobre 1976) è un ex saltatore con gli sci austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Stagioni 1993-2000[modifica | modifica sorgente]

Soprannominato "Swider"[1], esordì in Coppa del Mondo il 3 gennaio 1993 a Innsbruck (24°). Nello stesso anno, ai Mondiali juniores di Harrachov, vinse due medaglie d'argento nelle gare dal trampolino normale, individuale e a squadre.

Ottenne il primo podio in Coppa del Mondo il 28 gennaio 1995 nella gara a squadre di Lahti (2°) e la prima vittoria il 15 marzo 1996 a Oslo, in una gara a squadre; a livello individuale la prima vittoria di Widhölzl risale al 9 marzo 1997, ancora a Lahti. L'anno successivo ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, vinse due medaglie di bronzo, nella gara individuale dal trampolino normale e nella gara a squadre; dal trampolino lungo fu quarto.

La sua miglior stagione in Coppa fu quella 1999-2000, durante la quale Widhölzl si aggiudicò il Torneo dei quattro trampolini, vinse l'argento ai Mondiali di volo di Vikersund e si piazzò al secondo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo.

Stagioni 2001-2008[modifica | modifica sorgente]

Prese parte ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002 (24° nel trampolino normale, 21° nel trampolino lungo, 4° nella gara a squadre) e ai Mondiali del 2005 fu uno dei quattro componenti del quartetto che vinse due ori per l'Austria nelle gare a squadre, dal trampolino HS100 e dal trampolino HS137. Nello stesso anno stabilì il nuovo record del trampolino di Holmenkollen a Oslo con 134 metri. Alcuni giorni dopo, sul trampolino di volo Letalnica di Planica raggiunse i 234,5 metri, ma la caduta all'arrivo pregiudicò l'omologazione della misura come nuovo record del mondo[senza fonte].

Ai Mondiali di volo del 2006, sua ultima partecipazione iridata, sul trampolino Kulm di Tauplitz vinse l'argento nella gara individuale. Ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 divenne campione olimpico nella competizione a squadre; nel trampolino normale fu 17°, nel trampolino lungo 21°.

Smise di competere ai massimi livelli al termine della stagione 2007; continuò a gareggiare in Coppa Continentale ancora un anno, fino al definitivo ritiro del febbraio 2008.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

  • 3 medaglie:

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Mondiali di volo[modifica | modifica sorgente]

Mondiali juniores[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2º nel 2000
  • 68 podi (49 individuali, 19 a squadre):
    • 24 vittorie (18 individuali, 6 a squadre)
    • 25 secondi posti (17 individuali, 8 a squadre)
    • 19 terzi posti (14 individuali, 5 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Località Nazione Trampolino
15 marzo 1996 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K110
(con Martin Höllwarth, Reinhard Schwarzenberger e Andreas Goldberger)
9 marzo 1997 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä K114[2]
20 dicembre 1997 Engelberg Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze K120
5 febbraio 1998 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K120
28 febbraio 1998 Vikersund Norvegia Norvegia Vikersundbakken K175
4 marzo 1998 Lahti Finlandia Finlandia Puijo K120
12 dicembre 1998 Oberhof Germania Germania Hans Renner K120
6 gennaio 1999 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K120[3]
4 dicembre 1999 Predazzo Italia Italia Giuseppe Dal Ben K120
5 dicembre 1999 Predazzo Italia Italia Giuseppe Dal Ben K120
1º gennaio 2000 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania Große Olympiaschanze K115[3]
3 gennaio 2000 Innsbruck Austria Austria Bergisel K110[3]
6 gennaio 2000 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K120[3]
5 febbraio 2000 Willingen Germania Germania Mühlenkopf K120
6 febbraio 2000 Willingen Germania Germania Mühlenkopf K120
13 gennaio 2002 Willingen Germania Germania Mühlenkopf K130
(con Martin Höllwarth, Andreas Goldberger e Stefan Horngacher)
24 gennaio 2002 Hakuba Giappone Giappone Hakuba K120
26 gennaio 2002 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K120
27 gennaio 2002 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K120
(con Stefan Horngacher, Wolfgang Loitzl e Martin Koch)
30 novembre 2002 Kuusamo Finlandia Finlandia Rukatunturi K120
8 marzo 2003 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K115
(con Florian Liegl, Thomas Morgenstern e Christian Nagiller)
15 gennaio 2005 Tauplitz Austria Austria Kulm HS200
12 febbraio 2005 Pragelato Italia Italia Stadio del Trampolino HS140
(con Wolfgang Loitzl, Thomas Morgenstern e Martin Höllwarth)
4 marzo 2006 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä HS130
(con Andreas Kofler, Thomas Morgenstern e Martin Koch)

Torneo dei quattro trampolini[modifica | modifica sorgente]

Nordic Tournament[modifica | modifica sorgente]

  • 3 podi di tappa[4]:
    • 1 vittoria
    • 2 secondi posti

Campionati austriaci[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Profilo su Sports-reference.com. URL consultato il 20 gennaio 2012.
  2. ^ Gara valida anche ai fini del Nordic Tournament.
  3. ^ a b c d Gara valida anche ai fini del Torneo dei quattro trampolini.
  4. ^ a b Gare valide anche ai fini della Coppa del Mondo.
  5. ^ ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 20 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 102517130