Andreas Krieger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heidi Krieger
Bundesarchiv Bild 183-1986-0826-036, Stuttgart, Leichtathletik-EM, Kugelstoßerin Heidi Krieger errang den ersten Titel für die DDR.jpg
Heidi Krieger durante il Campionati europei di atletica leggera 1986
Dati biografici
Nazionalità Germania Est Germania Est
Atletica leggera Atletica leggera
Dati agonistici
Specialità Getto del peso, lancio del disco
Record
Peso 21,10
Peso 20,85
Disco 61,98
Ritirato 1990
Carriera
Nazionale
1983-1987 Germania Est Germania Est
Palmarès
Europei 1 0 0
Europei indoor 0 2 1
Europei juniores 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Andreas Krieger, nato come Heidi Krieger (Berlino, 15 giugno 1966), è un ex atleta tedesco, militante nella nazionale della Germania Est.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Cominciò la carriera a 14 anni, iscrivendosi a una scuola per giovani atleti affiliata alla Dynamo Sports Club and Boarding School,[1] sponsorizzata dalla Stasi,[2] la polizia segreta del regime. Nel 1981, a 15 anni aveva già un fisico possente, ed era in grado di lanciare il peso ad oltre 14 metri,[3] poi 16 nel 1982,[4] due anni dopo 20.[3] A 18 anni Heidi aveva una voce profonda e l'aspetto di un ragazzo.[2]

Nel 1986 vinse la gara di getto del peso femminile ai Campionati europei di atletica leggera a Stoccarda con un lancio di 21,10 metri.

Nel 1991 per problemi fisici la sua carriera si avviò al termine. Durante la sua carriera le furono somministrate, come accadde a molti atleti della Germania Est, sostanze dopanti, come l'Oral-Turinabol uno steroide prodotto dalla Jenapharm, azienda di Stato: i documenti scoperti dopo la caduta del Muro di Berlino dimostrano che alla Krieger ne furono somministrati, in un anno (il 1986), 2.590 milligrammi.[2]

Krieger cominciò a sviluppare tratti prettamente maschili, probabilmente anche a causa degli effetti collaterali causati dalle sostante dopanti. Nel 1997 si sottopone all'intervento per cambiare sesso, assumendo successivamente il nome Andreas.[5] Krieger è sposato con l'ex nuotatrice Ute Krause, anche lei vittima del doping di stato della DDR.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1983 Europei juniores Austria Schwechat Getto del peso Oro Oro 18,06 m
Lancio del disco Oro Oro 60,14 m
1984 Europei indoor Svezia Göteborg Getto del peso Bronzo Bronzo 20,18 m
1986 Europei indoor Spagna Madrid Getto del peso Argento Argento 20,21 m
1987 Europei indoor Francia Liévin Getto del peso Argento Argento 20,02 m
1987 Mondiali indoor Stati Uniti Indianapolis Getto del peso 20,00 m

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Matthew Syed, How blue pills turned Heidi Krieger into a man, Times Online, 5 luglio 2008. URL consultato il 13 settembre 2011.
  2. ^ a b c (EN) Jere Longman, East German Steroids’ Toll: ’They Killed Heidi’, The New York Times, 26 gennaio 2004. URL consultato il 13 settembre 2011.
  3. ^ a b Andrea Schiavon, Distrutti dagli steroidi risarciti con 9 mila euro in La Stampa, 14 dicembre 2006. URL consultato il 25 agosto 2009.
  4. ^ Heidi la campionessa è diventata uomo in Corriere della Sera, 3 luglio 2000. URL consultato il 25 agosto 2009.
  5. ^ (EN) Steve Kettmann, E. German Olympic Dopers Guilty in wired.com, 18 luglio 2000. URL consultato il 25 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]