Andreas Cellarius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una illustrazione del Cellarius tratta dalla sua Architectura Militaris Una illustrazione del Cellarius tratta dalla sua Architectura Militaris
Una illustrazione del Cellarius tratta dalla sua Architectura Militaris
Illustrazione tratta dalla Harmonia macrocosmica: mappa n° 6, cioè PLANISPHÆRIVM BRAHEVM, Sive Structura MVNDI TOTIVS, EX HYPOTHESI TYCHONIS BRAHEI IN PLANO DELINEATA ("Il planisfero di Brahe", ossia la struttura dell'universo secondo l'ipotesi di Tycho Brahe, disegnata in piano)

Andreas Cellarius (Neuhausen, 1596 circa – Hoorn, 1665) è stato un cartografo tedesco-olandese, conosciuto soprattutto per l'opera Harmonia Macrocosmica[1] del 1660, atlante delle stelle pubblicato da Jan Janssonius ad Amsterdam.

Nacque a Neuhausen, vicino Worms, e fu educato a Heidelberg. Protestante, lasciò probabilmente Amsterdam all'inizio della Guerra dei Trent'anni, nel 1618 o nel 1622, quando la città fini in mani cattoliche. Nel 1625 si sposò ad Amsterdam con Catharina Eltmans e vi lavorò come maestro in una scuola di latino. Dopo una breve permanenza a L'Aia, la famiglia si mosse verso Hoorn. Dal 1637 fino alla morte, fu rettore della Scuola di Latino a Hoorn. Scrisse anche di fortificazioni e di Polonia.

Il piccolo pianeta 12618 Cellarius è stato così battezzato in suo onore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il titolo completo è Harmonia Macrocosmica seu atlas universalis et novus, totius universi creati cosmographiam generalem, et novam exhibens.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100166893 LCCN: n82045031