Andrea Verga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Andrea Verga
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Andrea Verga
Luogo nascita Treviglio
Data nascita 30 maggio 1811
Luogo morte Milano
Data morte 21 novembre 1895
Professione anatomista, poeta, psichiatra, direttore d'ospedale
Legislatura XIII

Andrea Verga (Treviglio, 30 maggio 1811Milano, 21 novembre 1895) è stato un medico e politico italiano. Fu senatore del regno d'Italia nella XIII legislatura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un iniziale periodo di studi classici, nonostante i suoi genitori Giosuè e Donatilla Carcano desiderassero che intraprendesse la carriera ecclesiastica, Verga decise di intraprendere lo studio della medicina e la carriera accademica. Dopo essersi laureato nel 1832 presso l'Università di Pavia, iniziò a collaborare come assistente con Bartolomeo Panizza. Durante i primi anni della sua carriera medica subì un grave incidente che gli costò la perdita della vista ad un occhio.

Anatomico di discreta reputazione (il suo nome resterà legato al ventricolo di Verga), si dedicò agli studi psichiatrici. Nel 1848 si spostò a Milano ove partecipò, assieme a Carlo Erba, Giovanni Polli e Cesare Lombroso ai primi esperimenti sull'uso terapeutico della cannabis[1].

Nel 1852 assunse la direzione del Manicomio Milanese della Senavra e dell'Ospedale Maggiore di Milano dove, a partire dal 1865, insegnò "Clinica delle malattie mentali".

Nel 1852 dette anche vita alla prima rivista specializzata "L'Appendice psichiatrica" della "Gazzetta medica italiana". Nel 1864 fondò, insieme a Cesare Castiglioni e Serafino Biffi, l'"Archivio Italiano per le malattie nervose e più particolarmente per le alienazioni mentali". Per il periodo storico in cui operò non poteva rimanere estraneo al positivismo scientifico, le cui discutibili concezioni influirono nei suoi studi e nella sua attività.

La sua nomina a senatore risale al 16 novembre 1876, ed è stata convalidata il 12 dicembre dello stesso anno. Ha prestato giuramento il 16 marzo 1877.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine della Rosa (Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Rosa (Brasile)
Cavaliere della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'Onore (Francia)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Studi anatomici sul cranio e sull'encefalo. Psicologici e frenatrici, Milano, Manini-Wiget, 1896-97
  • Delle particolari forme di delirio cui danno origine le grandi pestilenze, 1862.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Samorini G., L'erba di Carlo Erba. Per una storia della canapa indiana in Italia 1845-1948, Torino, Nautilus, 1997.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 55964734 SBN: IT\ICCU\RAVV\091861

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie