Andrea Schiavone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Schiavone ritratto di Pietro Paoletti, Villa Torlonia, Roma

Andrea Meldolla, detto Andrea Schiavone o lo Schiavone (Zara, 1510/1515Venezia, 1563), è stato un pittore e incisore italiano, attivo soprattutto a Venezia, uno dei protagonisti del Manierismo veneto.

Vita e opere[modifica | modifica wikitesto]

Detto Schiavone per via del luogo di nascita benché la famiglia fosse originaria di Meldola, ebbe una formazione quasi da autodidatta formandosi sulle stampe del Parmigianino, del Tintoretto e di Francesco Salviati. L'influenza che su di lui ebbe l'arte dei contemporanei Tiziano e Tintoretto è stravolta nel suo monumentalismo esasperato, nel suo stile enfatico e quasi espressionista che sarà esemplare per le successive sperimentazioni di Jacopo Bassano e Rembrandt.

Conversione di san Paolo, Venezia, Fondazione Querini Stampalia

Tra le sue opere, l'Adorazione dei Magi (1547) alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, i Filosofi nella Libreria Marciana di Venezia, Caino e Abele (circa 1542) nella Galleria Palatina degli Uffizi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

In virtù dei suoi natali, che come già detto gli meritarono il soprannome di Schiavone, Meldolla è anche noto col nome slavo Andrija Medulić, soprattutto in terra croata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47558168 LCCN: n/80/84600