Andrea Scanzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Scanzi

Andrea Scanzi (Arezzo, 6 maggio 1974[1]) è un giornalista e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diplomato al Liceo Scientifico,si iscrive a Giurisprudenza, poi cambia idea e passa a Lettere moderne dove si laurea nel 2000 con una tesi sui cantautori. Autore con Enrico Mattesini dei testi della biografia di Roberto Baggio (Una porta nel cielo/Il sogno dopo), ha scritto per Il Mucchio Selvaggio, il manifesto, Il Riformista, L'Espresso e Panorama, prima di passare nell'agosto 2005 a La Stampa. Ha vinto lo Sporterme 2003 come "miglior giornalista under 30" e il Premio CONI 2005 Sezione Letteratura. Si occupa di politica, attualità, cultura, costume, musica, vino e sport. È giurato al Club Tenco e Direttore Artistico del Premio Pigro Ivan Graziani.

Scanzi nel 2012 a teatro

Ha scritto lo spettacolo Gaber se fosse Gaber, patrocinato dalla Fondazione Gaber, che ha attraversato i teatri d'Italia dal 2011 al 2013 (120 repliche). Nel settembre 2012 ha esordito con un secondo spettacolo teatrale, Le cattive strade, con Giulio Casale, dedicato a Fabrizio De André. Nell'estate del 2011 ha lasciato La Stampa per approdare a Il Fatto Quotidiano. L'11 settembre 2007 è uscito per Arnoldo Mondadori Editore il bestseller Elogio dell'invecchiamento, alla scoperta dei 10 migliori vini italiani (e di tutti i trucchi dei veri sommelier), giunto alla terza edizione. Appassionato di vino e cucina, è sommelier e degustatore ufficiale (Ais), oltre che assaggiatore di formaggi (Onaf).

Il 22 aprile 2008 è uscito Ve lo do io Beppe Grillo (Arnoldo Mondadori Editore). Il libro è stato poi aggiornato e ristampato nel luglio 2012, con prefazione di Marco Travaglio. Da allora è divenuto un volto televisivo ricorrente, come opinionista e anche monologhista, soprattutto su LA7.

Gianni Mura lo recensì così nel 2003: "il migliore della nostra tribù, in relazione all'età". Il 6 maggio 2010, giorno del suo 36º compleanno, è stato insignito del Premio Durruti. Il 26 novembre ha ricevuto il Pescara Abruzzo Wine - Premio Vino e Cultura come "miglior giornalista dell'anno". Edmondo Berselli lo ha citato in alcuni libri. In particolare nel testamentario Liù. Biografia morale di un cane (Mondadori 2009): "A proposito di allievi, avevo nominato mio discepolo, almeno a titolo morale, anche Andrea Scanzi, il boy di Arezzo, autore fra altre robette gaberiane e beppegrilliste di un eccitante e spiritoso Elogio dell'invecchiamento, dedicato alla cultura del vino, ma ormai è troppo cresciuto e affermato, e quindi allievo un corno, al massimo lo eleggo compagno di merende". Aretino, vive però nel cortonese. Il 5 aprile è uscito un suo racconto e-book, Happy Birthday, Nebraska per Feltrinelli, ispirato al trentennale dell'album Nebraska di Bruce Springsteen. Per "Gaber se fosse Gaber" ha ricevuto il Premio Internazionale Cilea Giornalismo e Cultura a Reggio Calabria, il "Premio Nazionale Paolo Borsellino" a Giulianova (Teramo) e il Premio Lunezia ("la lucida dialettica teatrale di Scanzi: uno dei migliori comunicatori che abbiamo in Italia"). Nel 2014 ha recitato nel sesto episodio della seconda stagione di Mario, intitolato, per l'occasione, A Scanzi di equivoci.[2]

L'esordio da conduttore televisivo[modifica | modifica sorgente]

Il 4 marzo 2013 annuncia che, a partire dallo stesso mese, avrebbe condotto Reputescion, quanto vali su web?, un programma televisivo sul canale La3 che analizza la reputazione in rete degli ospiti.[3]

Opinioni politiche[modifica | modifica sorgente]

In occasione delle Elezioni politiche italiane del 2013 ha dichiarato di votare il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.[4].

Opere[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Premio Sporterme
  • 2005 - Premio Coni - Letteratura Sportiva
  • 2010 - Premio Durruti
  • 2010 - Premio Abruzzo Wine
  • 2012 - Premio Internazionale Cilea Giornalismo e Cultura
  • 2012 - Premio Nazionale Paolo Borsellino
  • 2013 - Premio Lunezia
  • 2013 - Miglior Giornalista Italiano su Twitter (Tweet Awards)
  • 2013 - Miglior Opinionista Tivù dell'anno

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Andrea Scanzi, Chi sono, andreascanzi.it. URL consultato il 29 gennaio 2013.
  2. ^  A Scanzi di equivoci - Backstage. MTV. URL consultato in data 10 giugno 2014.
  3. ^ REPUTESCION, QUANTO VALI SUL WEB?, la3tv.it, 22 febbraio 2013. URL consultato il 4 marzo 2013.
  4. ^ Elezioni 2013 - Per chi votano Travaglio, Guzzanti, Scanzi, ecc. Tra Rivoluzione Civile e il Movimento 5 Stelle

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]