Andrea Bruschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andrea Bruschi (Genova, 1º maggio 1968) è un cantante e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Come musicista ha inciso il primo album per l'etichetta giapponese Sony, nei primi anni novanta, con il duo new wave Bronco Billy; il singolo Chained Heart entra nelle chart giapponesi e il duo è invitato al prestigioso Festival di Osaka suonando al Tokio Dome alla presenza di 100.000 spettatori [1]. Il successo si esaurisce in pochissimi mesi e i Bronco Billy si sciolgono.

Partecipa, nel 2001, alla colonna sonora, curata dal cantautore torinese Mao, del film 500!, di cui è anche interprete principale.

È leader e cantante della band Marti[2], il cui primo album Unmade beds è uscito nel settembre 2006 per l'etichetta Green Fog Records. I videoclip Buying thinghs from your past e September in the rain, girati dal regista Lorenzo Vignolo, vengono trasmessi su Mtv. Successivamente la band firma per l'etichetta canadese FOD Records che fa uscire il disco in Germania e produce il nuovo album "Better Mistakes", uscito in Italia nel 2011[3] .

Come attore, oltre a 500!, del quale è anche sceneggiatore e produttore, partecipa a vari altri film come Il partigiano Johnny (2000), Lavorare con lentezza (2004), regia di Guido Chiesa, e Nativity (2006), regia di Catherine Hardwicke. È inoltre protagonista di due film horror girati in Italia per il mercato internazionale: Demonium (2001) di Andreas Schnaas e I tre volti del terrore (2004) di Sergio Stivaletti.

Negli anni successivi lo troviamo nel cast di Nelle tue mani (2007), regia di Peter Del Monte, Hermano (2007), regia di Giovanni Robbiano, Guido che sfidò le Brigate Rosse (2007), regia di Giuseppe Ferrara, Workers - Pronti a tutto (2012), regia di Lorenzo Vignolo e Cosimo e Nicole (2012), regia di Francesco Amato.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

con i Marti

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Mao - 500! (colonna sonora originale), - voce, musica e testi nei brani If you really come to Italy e Everybody let's work tonight

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Intervista al portale mentelocale.it dell'08/02/2001
  2. ^ Intervista di Lost highways del 31/12/2007
  3. ^ Marti, atto secondo. Il singolo del nuovo cd in anteprima, xl.repubblica.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54371837 SBN: IT\ICCU\UBOV\309009