André Mahé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
André Mahé
Andremahe.JPG
André Mahé nel 2007
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Carriera
Squadre di club
1945 Erka-Dunlop
1946-1947 Métropole Métropole
1948-1950 Stella Stella
1951-1952 Terrot Terrot
1953 Peugeot Peugeot
1954 Royal-Codrix
1955 Individuale
Nazionale
1947-1951 Francia Francia
 

André Mahé (Parigi, 18 novembre 1919Lignol, 19 ottobre 2010) è stato un ciclista su strada francese. Professionista dal 1945 al 1955, vinse Parigi-Roubaix e Parigi-Tours.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ciclista di buon livello, è passato alla storia di questo sport soprattutto per essere stato il coautore di una delle pagine più singolari del ciclismo, verificatasi in una corsa già di per sé particolarissima, la Parigi-Roubaix del 1949.

Quell'anno era nella fuga decisiva insieme a Jesus-Jacques Moujica e Frans Leenen, ma a poca distanza dal velodromo di Roubaix, dove aveva termine la gara, vennero indirizzati nella direzione sbagliata da un giudice di percorso. I tre riuscirono a entrare nel velodromo da una porta secondaria. Mahé batté Leenen in volata e cominciò a festeggiare la vittoria, mentre Moujica arrivò leggermente attardato a causa di una caduta. Di lì a poco sopraggiunse Georges Martin, altro componente della fuga staccatosi in precedenza, seguito dal gruppo dei battuti, con Serse Coppi, fratello del celeberrimo Fausto Coppi, che conquistò il quinto posto. Saputo cosa avevano fatto i fuggitivi, i fratelli Coppi protestarono e ne chiesero la squalifica per essere entrati nel velodromo da un punto fuori dal percorso stabilito (cosa vietata dai regolamenti dell'UCI) e l'assegnazione della vittoria a Serse, che venne riconosciuto vincitore. Mesi dopo l'organizzazione della corsa decise comunque di assegnare a Mahé, Leenen e Moujica dei premi speciali equivalenti a quelli per i primi tre classificati[1].

Oltre questo episodio Mahé fu vincitore della Parigi-Tours del 1950 e ottenne un ulteriore terzo posto nella Roubaix del 1952 vinta da Rik Van Steenbergen davanti a Fausto Coppi, inoltre fu terzo al Grand Prix des Nations del 1946. Vinse anche diversi circuiti, criterium e corse francesi di valore.

È scomparso nel 2010 all'età di 90 anni[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Tour du Finistère
1ª tappa Tour de l'Ouest
Maine-Normandie-Anjou
Gran Prix de l'Equipe (con Charles Dupuy e Louison Bobet)
Parigi-Roubaix (ex aequo con Serse Coppi)
Grand Prix de l'Equipe
Parigi-Tours
Grand Prix de "L'Echo d'Alger"
Circuit des Deux-Ponts - Montluçon
3ª tappa Boucles de la Gartempe

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Criterium di Bannalec
Criterium du Montsauche
Criterium du Montsauche
Circuit de Hennebont

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi giri[modifica | modifica sorgente]

1947: ritirato
1949: 49º
1950: ritirato
1951: ritirato

Classiche[modifica | modifica sorgente]

1948: 9º
1949: vincitore
1951: 41º
1952: 3º
1954: 81º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Coppi, la Roubaix del '50 e lo spettacolo sul pavé in Gazzetta.it, 4 dicembre 2009.
  2. ^ Luca Pellegrini, È morto Andrè Mahè in spaziociclismo.it, 20 ottobre 2010. URL consultato il 4 dicembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Philippe Bouvet, Paris-Roubaix: une journée en enfer, Issy-les-Moulineaux, L'Équipe, 2006, pp.102-103. ISBN 29-15-53521-3

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]