Andocide (ceramista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Andokides" rimanda qui. Se stai cercando l'omonimo oratore greco, vedi Andocide.

Andocide (in greco antico Ἀνδοκίδης [Andokìdes]; ... – ...) è stato un ceramista greco antico, attivo ad Atene tra il 530 e il 510 a.C..

La bottega di Andocide è nota per una produzione limitata se confrontata con la grande officina contemporanea di Nicostene; questo aspetto fa pensare ad un luogo più attento alla produzione creativa rispetto ai fini commerciali e sembra collimare con l'attribuzione a questa bottega dell'invenzione della tecnica a figure rosse. La firma di Andokides ci è giunta su nove vasi. Hanno collaborato con la sua officina artisti importanti come Psiax, grande sperimentatore del periodo di transizione dalle figure nere alle figure rosse, e il più giovane Epitteto, ma il numero maggiore dei suoi vasi è decorato da un pittore anonimo che viene chiamato Pittore di Andocide e che potrebbe essere il ceramista stesso. Sono appunto le opere di questo pittore che vengono considerate le più antiche decorazioni a figure rosse tra quelle conosciute.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enrico Paribeni, Andokides in Enciclopedia dell'arte antica classica e orientale, Roma, Istituto della enciclopedia italiana, 1958.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia