Andegameryx

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Andegameryx
Stato di conservazione: Fossile
Immagine di Andegameryx mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Genere Andegameryx

L'andegamerice (gen. Andegameryx) è un mammifero erbivoro estinto, appartenente agli artiodattili. Visse nel Miocene inferiore (circa 20 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Europa.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La statura di questo animale non doveva essere di molto superiore a quella di un attuale mosco (Moschus moschiferus). La testa era priva di corna e dotata di una dentatura relativamente semplice, con molari a corona bassa (brachiodonte) e selenodonte, simile a quella dei tragulidi attuali.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Questo animale è stato descritto per la prima volta da Leonidas Ginsburg nel 1971, sulla base di alcuni resti fossili provenienti dalla località francese di Pontigné. La specie tipo è Andegameryx andegaviensis, in seguito ritrovata in altre località francesi e spagnole. Oltre a questa specie ve ne erano altre due attribuite allo stesso genere: A. laugnacensis, leggermente più grande e dotata di una dentatura più brachiodonte, proveniente ancora dalla Francia, e A. serus, conosciuta nella località tedesca di Wintershof. Altri resti precedentemente attribuiti ad Amphitragulus aurelianensis, provenienti dalla Francia, sono stati poi riassegnati ad A. andegaviensis (Quiralte e Morales, 2011).

Andegameryx è considerato un membro primitivo dell'infraordine Pecora, che include gran parte dei ruminanti attuali. Non è chiaro a quale famiglia possa essere attribuito questo animale, ma sembra ragionevole supporre che possa essere un rappresentante ancestrale del gruppo che, in seguito, darà origine ai giraffidi (sulla base di alcune specializzazioni dentarie).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ginsburg, L. (1971). Un Ruminant nouveau des Faluns Miocènes de la Touraine et de l’Anjou. Bulletin du Muséum d’Histoire Naturelle, 42: 996-1002.
  • Morales J. & Soria D. (1984). Los Artiodáctilos del Mioceno inferior de las cuencas centrales de España, Coloquios de Paleontología 39: 51-59.
  • Ginsburg, L. & Morales, J. (1989). Les Ruminants du Miocene inferieur de Laugnac (Lot-et-Garonne). Bulletin du Muséum d’Histoire Naturelle de Paris., 4º ser., 11, section C, nº 4: 201-231.
  • Ginsburg, L. (1999). Le genre Andegameryx (Artiodactyla, Mammalia). Évolution, position systématique et implications biostratrigraphiques. Bulletin du Muséum d’Histoire Naturelle de Toulouse, 135: 113-117.
  • Quiralte V. & Morales J. (2006). Los Rumiantes (Artiodactyla, Mammalia) del Mioceno inferior de La Encinilla (Colmenar Viejo, Madrid). Estudios Geológicos 62 (1): 515-532.
  • Quiralte V. & Morales j. (2011). Andegameryx andegaviensis Ginsburg, 1971 (Artiodactyla, Ruminantia,) from the early Miocene site of Estrepouy (MN3, France). Estudios Geológicos, 67(2): 423-426