Andalusite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andalusite
Andalusite - Lucomagno, Svizzera 01.jpg
Classificazione Strunz VIII/B.02-20
Formula chimica Al2SiO5 = Al[6]Al[5]OSiO4
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino trimetrico
Sistema cristallino rombico
Classe di simmetria bipiramidale
Parametri di cella a = 7,78, b = 7,92, c = 5,57
Gruppo puntuale 2/m 2/m 2/m
Gruppo spaziale Pnnm
Proprietà fisiche
Densità 3,16 - 3,20 g/cm³
Durezza (Mohs) 7,5
Sfaldatura prismatica buona
Frattura  
Colore rosato, bruno, verde oliva
Lucentezza vitrea
Opacità traslucida o trasparente
Striscio bianco
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce - Minerale

La andalusite è un minerale, silicato di alluminio strutturalmente appartenente ai nesosilicati, che cristallizza nel sistema rombico di colore rossiccio-grigiastro e lucentezza vitrea. Le andalusiti trasparenti si usano come gemme e presentano notevole pleocroismo: i cristalli prismatici appaiono verdi o bruni giallognoli alla base, rossi brunicci se guardati attraverso le facce del prisma.

Abito cristallino[modifica | modifica wikitesto]

Tipicamente forma prismi grossolani squadrati terminati da [001].

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

È il polimorfo di media pressione e basse temperature dei silicati di alluminio. Generalmente si rinviene in rocce alluminose originatesi per metamorfismo regionale oppure di contatto, ad esempio micascisti.

Forma in cui si presenta in natura[modifica | modifica wikitesto]

Esiste anche nella varietà chiastolite.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia