Ananda Coomaraswamy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Coomaraswamy nel 1916

Ananda Kentish Coomaraswamy (in tamil: ஆனந்த குமாரசுவாமி; Colombo, 22 agosto 1877Needham, 9 settembre 1947) è stato uno storico dell'arte dello Sri Lanka.

È considerato uno dei principali studiosi dell'arte indiana e, più in genere, dei rapporti tra la civiltà simbolica orientale e quella occidentale.

In oltre mille scritti, pubblicati tra il 1904 e il 1947, ha indagato svariati aspetti legati al pensiero, ai riti, alla simbologia, facendo sempre ricorso a una straordinaria erudizione fondata sull'accurata analisi filologica dei testi e delle opere artistiche.

La sua concezione rigorosamente applicativa dell'arte, mutuata dalla cultura orientale, esclude il puro compiacimento estetico, spiegandone approfonditamente le ragioni.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Pubblicazioni in edizione italiana:

A. K. Coomaraswamy, Robert Allerton Parker e Lorenzo Fenoglio, Sapienza orientale e cultura occidentale. La ricerca di una possibile armonia, 2ª ed., Milano, Rusconi, 1988, ISBN 88-18-01025-5.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Philippe Baillet e Franco Giorgio Freda, I fondamenti della politica tradizionale secondo A. K. Coomaraswamy, Padova, Il cavallo alato, 1987, SBN IT\ICCU\CFI\0100207.
  • Francesco Solitario, La ricezione critica in Italia di Ananda K. Coomaraswamy, Milano, Prometheus, 1992, SBN IT\ICCU\MIL\0134979.
  • Mirko Fontemaggi, Recensione a: Ananda K. Coomaraswamy, Sapienza orientale e cultura occidentale in L'Araldo, 1998, IV/6, 6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 9231 LCCN: n/79/66552