Analisi fondamentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'analisi fondamentale è, assieme all'analisi tecnica, il principale strumento per lo studio finalizzato a supportare un investimento (trading).

Volendo distinguere l'analisi fondamentale da quella tecnica si può dire che, mentre l'analisi tecnica cerca di definire il prezzo futuro di un titolo basandosi sugli aspetti formali dell'andamento delle quotazioni (derivati da grafici), l'analisi fondamentale si occupa di stabilire il "giusto prezzo" di un titolo in base alle caratteristiche economico-finanziarie intriseche della società cui fa riferimento.

L'analisi fondamentale valuta la solidità patrimoniale e la redditività di un'azienda, determinando il valore intrinseco (o fair value) della società. È spesso applicata alle società quotate in Borsa o in procinto della quotazione, per valutare la convenienza o meno di un dato investimento. Le variabili studiate con l'analisi fondamentale saranno quindi tutti gli eventi micro e macroeconomici che hanno un qualche impatto sulla società presa in esame, il che comporta riuscire ad avere una visione d'insieme dei mercati, del settore in cui la società opera, del suo piano industriale, del suo management, ma soprattutto è necessaria un'approfondita conoscenza del suo bilancio d'esercizio, che è lo strumento primario di valutazione utilizzato nell'analisi fondamentale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia