Ammodillus imbellis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ammodillo
Immagine di Ammodillus imbellis mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Gerbillinae
Genere Ammodillus
Thomas, 1904
Specie A.imbellis
Nomenclatura binomiale
Ammodillus imbellis
de Winton, 1898

L'Ammodillo o Walo (Ammodillus imbellis de Winton, 1898) è un roditore della famiglia dei Muridae, unica specie del genere Ammodillus (Thomas, 1904), diffuso nel Corno d'Africa.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 85 e 106 mm e la lunghezza della coda tra 134 e 160 mm.[3]
La parte posteriore del cranio è larga, le creste sopra-orbitali sono delicate, le ossa nasali si estendono ben oltre gli incisivi superiori. Sono presenti 4 fori palatali, dei quali i due posteriorii sono piccoli. La mandibola è straordinariamente delicata, essendo priva del processo coronoide. Le radici dentarie convergono posteriormente. La bolla timpanica è grande.
Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

I: \frac 1 1 ; C: \frac 0 0; Pm: \frac 0 0 ; M: \frac 3 3 \times 2 \,=\ 16

Le parti superiori sono fulvo-rossastre, i peli del dorso hanno le punte nerastre. Una macchia bianca è presente alla base di ogni orecchio sopra l'occhio. Le parti ventrali, le zampe, il mento e le guance sono bianche. I piedi sono sottili e le loro piante sono prive di peli. Gli artigli delle zampe anteriori sono ben sviluppati. La coda è più lunga della testa e del corpo, è cosparsa di pochi peli, è scura sopra, chiara sotto e termina con un ciuffo di peli brunastri lunghi 8-10 mm.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È una specie terricola.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Somalia ed Etiopia orientale.

Vive nei prati ad erba bassa e in zone con arbusteti sparsi.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerata l'assenza di informazioni recenti sui requisiti ecologici, sulle minacce e sullo stato conservativo, classifica A.imbellis come specie con dati insufficienti (DD).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Granjon, L. & Schlitter, D. 2008, Ammodillus imbellis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Ammodillus imbellis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Novak, 1999, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jonathan Kingdon, The Kingdon Field Guide to African Mammals, A&C Black Publishing, London, 1997. ISBN 9780713665130.
  • Ronald M. Novak, Walker's Mammals of the World, 6th edition, Johns Hopkins University Press, 1999. ISBN 9780801857898

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi