Ammasso stellare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ammasso globulare M92
Le Pleiadi, l'esempio più noto di ammasso aperto

In astronomia, un ammasso stellare è un gruppo di stelle molto denso. Generalmente, il termine ammasso implica anche che queste stelle siano nate tutte più o meno assieme dalla stessa nebulosa, e che abbiano quindi la stessa età e composizione chimica.

Vi sono due tipi principali di ammasso:

Sono poi considerate ammassi anche le associazioni OB, gruppi praticamente appena nati di stelle molto calde.

Gli ammassi globulari sono generalmente molto grandi, alcune centinaia di migliaia di stelle[3], e si pensa che si siano formati tutti nella stessa epoca, in contemporanea alla formazione della nostra galassia, la Via Lattea. Gli ammassi aperti si formano invece ancora al giorno d'oggi, ogni qualvolta una nebulosa di gas raggiunge una massa ed una densità critiche. Sono in genere molto brillanti perché contengono molte stelle giovani ad alta temperatura, come le Pleiadi, uno degli ammassi aperti più vicini a noi. Le diverse caratteristiche dei due tipi di ammasso sono analizzate in dettaglio nei rispettivi articoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tosti, p. 282
  2. ^ Tosti, p. 277
  3. ^ Ammassi stellari in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Tosti, L'Esplorazione Dell'Universo, Lulu.com, 2011, ISBN 978-1-105-32 525 .

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]