Ammasso di Perseo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ammasso di Perseo
Ammasso di galassie
La zona centrale dell'ammasso di Perseo, ripreso dal Chandra.
La zona centrale dell'ammasso di Perseo, ripreso dal Chandra.
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Perseo
Ascensione retta 03h 18m 36,4s [1]
Declinazione +41° 30′ 54″
Distanza 244 milioni di a.l.
( 74900 Kpc)
Dimensione apparente (V) 863'
Redshift 0,017900[1]
Velocità radiale 5366 km/s km/s
Caratteristiche fisiche
Tipo Ammasso di galassie
Altre designazioni
Abell 426
Categoria di ammassi di galassie

L'Ammasso di Perseo (Abell 426) è un ammasso di galassie situato a circa 240 milioni di anni luce dalla Terra, e fa parte del superammasso di Perseo-Pesci. Inizialmente fu denominato Per X-1, finché le osservazioni nel 1970 con il satellite Uhuru confermarono la presenza di un ammasso di galassie.

La componente più brillante è la galassia NGC 1275, chiamata anche Perseus A, una radiogalassia che domina il centro dell'ammasso ed è formata da due galassie distinte.

Osservato ai raggi X l'ammasso di Perseo è il più brillante oggetto dell'universo conosciuto[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b NASA/IPAC Extragalactic Database in Results for Perseus Cluster.
  2. ^ Edge AC, Stewart GC, Fabian AC, Properties of cooling flows in a flux limited sample of clusters of galaxies in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 258, nº 177, 1992.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari