Amipsia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amipsia (prima del 423 a.C. – ...) è stato un drammaturgo greco antico.

Fu accusato da Aristofane di comicità banale[1]; sono pervenuti 7 titoli di commedie: Conno (secondo alle Grandi Dionisie del 423 a.C., probabilmente con Socrate come bersaglio), I comasti (primi nell'agone del 414 a.C.), I giocatori di còttabo, Il mangione, Gli adulteri, Saffo, Fionda[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aristofane, Rane 14.
  2. ^ Rossi-Nicolai, 367.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Enrico Rossi, Roberto Nicolai, Corso integrato di letteratura greca. L'età classica, Le Monnier, 2006, ISBN 978-88-00-20328-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]