Aminata Dramane Traoré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aminata Dramane Traoré

Aminata Dramane Traoré (Bamako, 1947) è una politica e scrittrice maliana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si è laureata in Francia all’Università di Caen con un dottorato in Psicologia Sociale ed un diploma in Psicopatologia. Ricercatrice in scienze sociali, insegna all’Università di Abidjan in Costa d'Avorio. Fondatrice del Forum Sociale Africano ed ex Ministro della Cultura del Mali, vive a Bamako, è autrice di libri tradotti in inglese e italiano. Da anni denuncia le storture del liberismo e l’impatto sulle popolazioni dell’Africa, considerato come responsabile del mantenimento della povertà in Mali ed in Africa. Infatti, per esempio, Aminata sostiene che i coltivatori di cotone del Mali, Niger e Ciad, producono una gran quantità di cotone ma hanno grandi difficoltà ad esportarlo per la presenza sul mercato mondiale del cotone prodotto dagli Stati Uniti dove vengono dati ingenti sussidi ai loro produttori rendendo il cotone americano più competitivo di quello africano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • L’Etau – edizioni Actes Sud, 1999
  • Le Viol de L’Imaginaire edizioni Fayard, 2002
  • Lettre au présidente des Francais à propos de la Cote-d’Ivoire ed de l’Afrique en general, edizioni Fayard, 2005
  • L’Afrique humiliée, edizioni Fayard, 2008
  • L'immaginario violato, edizioni Ponte alle grazie, 2002
  • La morsa. L'Africa in un mondo senza frontiere, edizioni Ibis, 2003

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 61705590 LCCN: n85259584