Amicus curiae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amicus curiae o amicus curiæ è un termine giuridico che, tradotto letteralmente, significa "amico della corte". Con questa espressione ci si riferisce a chiunque, che non sia parte in causa, offra volontariamente informazioni alla corte su un aspetto della legge o su altre parti del caso, per aiutare la corte a decidere. Le informazioni possono essere racchiuse in un'opinione legale in forma di memoriale oppure in forma di saggio su un argomento che riguarda il caso. La decisione sull'ammissibilità dell'informazione è a discrezione della corte.

Il ruolo di un amicus è spesso confuso con quello dell'intervenuto. La prassi è molto diffusa negli Stati Uniti dove spesso sulla stampa viene riportato il deposito di amici nelle corti di appello da parte di gruppi che non sono coinvolti nel giudizio. Le corti di appello, infatti, nel sistema giuridico statunitense, si devono limitare, dal punto di vista di analisi dei fatti, a quanto già discusso nella corte di primo grado durante il giudizio: per questo motivo gli avvocati si concentrano esclusivamente sui fatti e sugli argomenti che sono maggiormente favorevoli ai propri clienti. Tuttavia quando un caso potrebbe avere implicazioni non limitate alle parti (tenuto conto dell'obbligatorietà dei precedenti), gli amicus curiae sono un modo di presentare alla corte le possibili ricadute della decisione, in modo che questa non dipenda esclusivamente da quanto portato alla luce dagli avvocati dalle parti.

Nei casi più importanti i presentatori degli amici curiae sono generalmente organizzazioni con una solida esperienza legale. Alcune organizzazioni come Unione americana per le libertà civili o l'Electronic Frontier Foundation inviano spesso documenti di questo genere alle corti per sostenere l'accoglimento o il rigetto di istanze o interpretazioni della legge. Possibili esempi di applicazione sono evidenti nei casi relativi all'industria: se una decisione potesse avere ricadute sull'intera industria, compagnie non coinvolte nel caso potrebbero volere che i propri timori riguardo agli effetti di un'eventuale decisione siano ascoltati dalla corte. Altro esempio tipico è quello delle cause intentate davanti alle corti federali per decidere della costituzionalità delle leggi statali: alcuni stati non coinvolti nella causa potrebbero utilizzare questo strumento se ritengono che anche le proprie leggi saranno influenzate dal giudizio della corte.

L'altra forma di amicus curiae è la presentazione di un saggio accademico sul caso. Per esempio, se la legge fa riferimento alla storia della legislazione in un determinato settore, uno storico potrebbe voler intervenire per valutare la fondatezza dell'argomentazione legislativa.

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto