American Hustle - L'apparenza inganna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
American Hustle - L'apparenza inganna
American Hustle.JPG
Bradley Cooper e Christian Bale in una scena del film.
Titolo originale American Hustle
Paese di produzione USA
Anno 2013
Durata 138 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, noir
Regia David O. Russell
Sceneggiatura David O. Russell, Eric Warren Singer
Produttore Charles Roven, Richard Suckle, Megan Ellison
Produttore esecutivo Matthew Budman, Jonathan Gordon, George Parra
Casa di produzione Atlas Entertainment
Annapurna Pictures
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Linus Sandgren
Montaggio Jay Cassidy, Crispin Struthers, Alan Baumgarten
Musiche Danny Elfman
Scenografia Judy Becker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

American Hustle - L'apparenza inganna (American Hustle) è un film del 2013 diretto da David O. Russell.

Il film è incentrato su eventi reali e racconta l'operazione Abscam, creata dall'F.B.I. verso la fine degli anni settanta per indagare sulla corruzione dilagante nel Congresso degli Stati Uniti d'America e in altre organizzazioni governative. La pellicola è stata premiata con tre Golden Globe, tre Bafta e ha ottenuto ben dieci nominations all'Oscar 2014, senza tuttavia vincere nemmeno un premio.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Ambientato tra il 1974 e il 1978, il film tratta le vicende dell'operazione Abscam (dalla fusione delle parole arab e scam) che è il vero nome di un'operazione dell'FBI che incastrò alcuni membri del congresso con l'aiuto di una coppia di noti truffatori. Il bureau, infatti, si avvale dell'aiuto dei truffatori Irving Rosenfeld e Sydney Prosser, che per anni avevano guadagnato promettendo a persone disperate cifre grosse in cambio di cifre piccole senza mai corrispondere nulla (una sorta di Scam d'antàn). I due si trovano, loro malgrado, a lavorare a fianco dell'agente federale Richie DiMaso per incastrare una serie di politici e mafiosi, tra cui Carmine Polito, l'imprevedibile sindaco della povera città di Camden, in New Jersey. Tra tradimenti e colpi di scena, a rovinare la festa è la devastante e (apparentemente) innocua presenza della vera moglie (con cui condivide anche un figlio) di Irving, Rosalyn, viziata casalinga fonte di molti guai.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film si basa su una sceneggiatura scritta da Eric Warren Singer, inizialmente intitolata American Bullshit, inclusa nella black list del 2010 (una classifica delle 10 migliori sceneggiature non prodotte). Inizialmente per dirigere la pellicola fu considerato Ben Affleck.[1]

Le riprese hanno avuto luogo principalmente nello stato del Massachusetts, nei dintorni di Boston, e a New York. Nell'aprile 2013 le riprese hanno avuto un periodo di pausa a causa dell'attentato alla maratona di Boston.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer italiano viene diffuso il 1º ottobre 2013 dalla Eagle Pictures.[3]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi dalla Sony Pictures, limitatamente a partire dal 13 dicembre e in vasta scala dal 25 dicembre 2013. La distribuzione in Italia è iniziata il 1º gennaio 2014.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Recepito dalla critica americana con grande entusiasmo:

« Ingloba con gusto gli eccessi degli anni che rappresenta dai vestiti elasticizzati ai baffi benché sia una farsa in grado di raccontare anche il marcio di questi anni[4]»

Ha ricevuto un'accoglienza più moderata in Italia:

« Su tutta la vicenda narrata aleggia l'ombra flebile di un conflitto tra i più comuni al cinema, ovvero il rapporto che la finzione instaura con la realtà [...] si basasse realmente su questo però American hustle non avrebbe speranze di generare interesse, tanto è svogliata la trattazione dell'argomento [...] ogni scena del film è sostenuta con una credibilità e una sincerità sentimentale talmente potenti da iniettare il dramma necessario nei momenti più divertenti e l'ironia più commovente nei momenti drammatici.[5] »

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Ben Affleck Eyes Black List Abscam Drama ‘American Bullshit’ As Next Directing Gig, deadline.com. URL consultato il 31 luglio 2013.
  2. ^ (EN) Boston Manhunt Forces Shutdown on Bradley Cooper-Jennifer Lawrence-Christian Bale Film ‘American Hustle’, movies.yahoo.com. URL consultato il 31 luglio 2013.
  3. ^ (IT) American Hustle di David O. Russell: ecco il primo trailer italiano, Voto10.it.
  4. ^ Manhola Dargis, Big Hair, Bad Scams, Motormouths, New York Times.
  5. ^ Gabriele Niola, American Hustle - L'apparenza Inganna ***½, MyMovies.it.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema