Amelia al ballo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amelia al ballo
Titolo originale Amelia Goes to the Ball
Lingua originale inglese
Genere opera buffa
Musica Gian Carlo Menotti
Libretto Gian Carlo Menotti
Atti uno
Epoca di composizione 1936
Prima rappr. 1 aprile 1937
Teatro Philadelphia, Academy of Music
Prima rappr. italiana 4 aprile 1938
Teatro Sanremo, Casinò
Personaggi

Amelia al ballo è un'opera buffa in un atto con testo e musica di Gian Carlo Menotti.

La prima rappresentazione, in inglese (l'opera fu scritta originariamente in italiano, la traduzione fu opera di Georg Mead) con il titolo Amelia Goes to the Ball, ebbe luogo all'Academy of Music di Philadelphia il 1º aprile 1937; la prima esecuzione italiana ebbe invece luogo il 4 aprile 1938 al Casinò di Sanremo.

È la prima opera di Gian Carlo Menotti, che continua la tradizione del verismo italiano, seppur con influenze melodiche pucciniane.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Amelia desidera ardentemente partecipare al primo ballo della stagione. Chi dovrebbe accompagnarla, il marito, ha appena scoperto di essere tradito e pretende di sapere con chi in cambio della promessa di andare al ballo. Amelia gli rivela che l'amante è l'inquilino del piano di sopra. Dopo litigi e minacce arriva dunque un commissario di polizia, col quale Amelia può finalmente andare al ballo.

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica