Ambrogio Autperto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ambrogio Autperto (... – 781) è stato un teologo e abate franco. Originario della Provenza, nato da distinta famiglia, fu alla corte del re franco Pipino il Breve ove fece da precettore del futuro imperatore Carlo Magno di cui fu in seguito cancelliere. Probabilmente al seguito di Papa Stefano II Autperto venne in Italia ed ebbe modo di visitare la famosa abbazia benedettina di San Vincenzo al Volturno, nel ducato di Benevento. Nel 740 decide di abbracciare la vocazione religiosa e diventa monaco in tale abbazia. Intorno all'anno 761 venne ordinato sacerdote e il 4 ottobre del 777 fu eletto abate. Scrisse un commento agli scritti dell'Apocalisse di San Giovanni e nello stesso periodo diventa abate, ovvero dal 777 al 778. Per il monastero era un periodo difficile di continue lotte interne tra monaci che sostenevano i longobardi e i monaci che sostenevano i franchi, infatti la sua morte avvenne in modo misterioso[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ambrogio Autperto. URL consultato il 12 gennaio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]