Amanita vaginata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amanita vaginata
AmanitaVaginata2.jpg
Amanita vaginata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Amanitaceae
Genere Amanita
Specie A. vaginata
Nomenclatura binomiale
Amanita vaginata
(Bull.) Lam., 1783
Caratteristiche morfologiche
Amanita vaginata
Cappello campanulato-conico disegno.png
Cappello campanulato-conico
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
White spore print icon.png
Sporata bianca
Volva stipe icon.png
Velo volva
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Commestibile con riserva icona.png
Commestibile con riserva

Amanita vaginata (Bull.) Lam., Encyclopédie Méthodique Botanique (Paris) 1: 109 (1783).

L'Amanita vaginata detta anche alba è la specie più rappresentativa del gruppo delle Vaginate, facilmente riconoscibile per il cappello di colore argenteo, per la caratteristica striatura sul bordo di quest'ultimo e per l'assenza di anello.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Campanulato, poi espanso, lucente a secco; color grigio-argenteo, generalmente senza verruche, moderatamente striato al margine, 4-8 cm di diametro.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Bianche, fitte, libere al gambo.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

Cilindrico, assottigliato in alto, cavo; colore bianco, spesso rivestito da fiocchi concolori al cappello, con leggero ingrossamento alla base; mancante di anello come tutte le Amanite del gruppo che rappresenta.

Volva[modifica | modifica wikitesto]

Biancastra, persistente, membranosa.

Amanita spec. - Lindsey 8a.jpg

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Bianca, tenera e molto fragile, specialmente nel gambo. Facilmente deperibile e pertanto si consiglia di consumare il fungo entro breve tempo.

  • Odore: leggero e gradevole, un po' aromatico nel fungo adulto.
  • Sapore: dolce, delicato.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Bianche, globose, guttulate, non amiloidi.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nei boschi di latifoglie, su prati e brughiere, in estate-autunno.
In caso di prolungata mancanza di precipitazioni, non è infrequente imbattersi in esemplari essiccati perfettamente integri.

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Nuvola apps important.svg
Velenoso da crudo. Da cotto diventa un ottimo fungo commestibile. Vivamente sconsigliata la raccolta ai meno esperti.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare giovane

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Agaricus plumbeus Schaeff., Fungorum qui in Bavaria et Palatinatu circa Ratisbonam nascuntur 4: 37 (1774)
  • Agaricus vaginatus Bull., Herbier de la France 3: tab. 98 (1783) [1782-83]
  • Amanita livida Pers.
  • Amanita violacea Jacz., Compendium Hymenomycetum, Amanita. Fascicle 13: 277 (1923)
  • Amanitopsis albida (Bull.) S. Imai, (1933)
  • Amanitopsis plumbea (Schaeff.) J. Schröt., (1889)
  • Amanitopsis vaginata (Bull.) Roze [as 'vaginatus'], Bull. Soc. bot. Fr. 23: 111 (1876)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Amanita vaginata in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Le varietà di Amanita vaginata[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia