Alvin Superstar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alvin Superstar
AlvinSnapshot.png
Una scena del film.
Titolo originale Alvin and the Chipmunks
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere commedia, animazione
Regia Tim Hill
Soggetto Jon Vitti, Ross Bagdasarian (personaggi)
Sceneggiatura Jon Vitti, Will McRobb, Chris Viscardi
Produttore Janice Karman, Ross Bagdasarian
Produttore esecutivo Karen Rosenfelt, Arnon Milchan, Michele Imperato Stabile, Steve Waterman
Casa di produzione Fox 2000 Pictures, Regency Enterprises, Bagdasarian Company, Dune Entertainment III LLC
Distribuzione (Italia) Twentieth Century Fox
Art director Charles Daboub
Animatori Chris Bailey
Fotografia Peter Lyons Collister
Montaggio Peter Berger
Effetti speciali Alan E. Lorimer, William H. Schirmer
Musiche Christopher Lennertz
Scenografia Anne D. MuCulley
Costumi Alexandra Welker
Trucco Kimberly Beard, Peggy Teague
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

Alvin Superstar è un film del 2007, ispirato ai personaggi di Alvin and the Chipmunks, protagonisti di una serie di dischi e di cartoni animati fra gli anni sessanta e gli anni novanta.

Il film, diretto da Tim Hill e prodotto dalla 20th Century Fox ha debuttato nelle sale statunitensi il 14 dicembre 2007, guadagnando la sorprendente somma di 44.307.417 dollari in 3.475 sale cinematografiche nel solo weekend di apertura, battendo ai botteghini Io sono leggenda[1].

Nelle sale italiane il film ha esordito il 18 gennaio 2008 con un incasso di 1.246.384 euro nel weekend di apertura[2].

Trama[modifica | modifica sorgente]

I tre orfani fratelli scoiattoli-chipmunk adolescenti, intelligenti anche in lingua umana, Alvin, Simon e Theodore, vivono, sull'inizio del 1990, nella foresta temperata del Nevada, in un abete, sanno cantare e sperano che un giorno il loro eccellente dono venga usato con successo, perché sono stanchi di combattere con passeri e lombrichi e di lottare per la sopravvivenza, mangiando poche ghiande. Essendo scoiattoli e non topi, vivono molti anni e con il dono speciale del canto umano sembrano proprio uomini in miniatura. Un giorno vicino a dicembre, il loro abete viene abbattuto dagli umani-guardie forestali (con i tre fratelli scoiattoli ancora all'interno del tronco) per farne un albero di Natale piazzato in California, a Los Angeles, nell'edificio della Jett Records, una casa discografica di fama internazionale guidata dal cinico Ian Hawke. Dave Seville, invece, è per hobby un musicista fallito e sfortunato da dieci anni che, recatosi dal suo vecchio amico del college Ian per mostrargli le sue canzoni, si vede sbattere la porta in faccia. Mentre, con un po'di muffin per consolarsi, si allontana disperato, i tre chipmunk, scesi dall'albero decorato e scappando dalla confusione tremenda di uomini nell'edificio, si mettono in salvo verso Dave stesso che cammina piano e non li calpesta mentre se ne va, nascondendosi al sicuro nel suo cestino dei muffin e arrivano così a casa sua, all'insaputa di lui. Dopo un rocambolesco incontro, Dave scopre non solo che i tre parlano, ma che sanno anche cantare. Decide così di tenerli con sé a patto che cantino le sue canzoni, ma tenere a bada i tre scoiattoli non è cosa facile, a causa della loro vivacità: Dave perde il suo lavoro di marketing e la relazione con la sua ex, Claire, non decolla. Con la canzone "Christmas don't be late", però, il gruppo ottiene un enorme successo (anche tre mesi dopo Natale, quando arriva anche una domestica da Dave per Simon ed Alvin) attirando così le avide mire di Ian che sfrutta l'ingenuità dei roditori per viziarli, allontanarli subito da casa di Dave, portarli nella sua villa e poterli così sfruttare per fare soldi fino a sfinirli tutti e tre, quando ancora devono andare in Cina, dopo aver cantato in America, attraversata in 5 giorni.

Alla fine Dave interviene, grazie all'aiuto di Claire, durante l'ultimo concerto degli scoiattoli prima del loro tour mondiale (concerto cantato in playback, visto che i tre non riuscivano più a cantare a causa dei troppi impegni). I tre chipmunk, che credevano, con le bugie di Ian, che a Dave non importasse più di loro, mandano all'aria il concerto e riescono a sfuggire a Ian sfruttando dei pupazzi, lasciati dai fan, che assomigliavano a loro, in modo da uscire dalla gabbia per gatti che Ian aveva usato per imprigionarli. Così alla fine insieme a Dave possono finalmente essere tutti una famiglia e Dave riesce a riconquistare Claire e a diventare per lavoro manager definitivo della band dei tre scoiattoli "The Chipmunks", che otterranno, stando anche e soprattutto a casa e senza affaticarsi, un successo lo stesso straordinario e diventeranno autentiche celebrità. Claire non appare più, in seguito, forse per i numerosi viaggi nel mondo avuti per il suo successo nel fare la cronista fotografa, ma si capisce che è di nuovo la fidanzata di Dave.

Dopo i titoli di coda si nota Ian, licenziato e caduto in povertà, tra la spazzatura di una baracca nei bassifondi della Jett Records. Esso cerca di far cantare degli scoiattoli normali e comuni come sono tutti gli altri simili nella realtà, ma senza riuscirci, a tal punto che, disperato, sbatte la testa sul pianoforte.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Alvin Superstar.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alvin Superstar 2.

È stato realizzato un seguito nel 2009 in cui sono stati introdotti i personaggi delle Chipette: Brittany, Jeanette ed Eleanor; e nel 2012 esce il terzo capitolo della saga: "Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può!"

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alvin and the Chipmunks: Original Motion Picture Soundtrack.

La colonna sonora del film è stata pubblicata il 20 novembre 2007, tre settimane prima del film, e contiene nuove versioni delle vecchie canzoni dei Chipmunks, come Witch Doctor e 'The Chipmunk Song (Don't Be Late)', oltre che cover di canzoni come Bad Day e Funkytown e nuove canzoni come Ain't No Party e Get Munk'd.

Videogioco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alvin and the Chipmunks (videogioco).

Il videogioco Alvin and the Chipmunks ispirato al film è stato rilasciato sul mercato il 4 dicembre 2007 per le piattaforme Wii, Nintendo DS, PlayStation 2, e PC, esattamente una settimana e tre giorni prima che il film arrivasse nelle sale.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Cip e Ciop, gli scoiattolini della Disney, sono anch'essi dei chipmunks.
  • In alcune parti si vedono i Chipmunk che guardano Spongebob Squarepants in TV.
  • In un episodio della sitcom Austin & Ally,Austin fa riferimento a questo film dicendo:"Potrei Cantare come un chipmunk!"

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alvin and the Chipmunks (2007) - Weekend Box Office Results - Box Office Mojo
  2. ^ FilmUP - Cinema / Box Office Italia / Week-end: dal 18 al 20 gennaio 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]