Alvin Eliot Roth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alvin Roth, a Sydney nel 2012
Medaglia del Premio Nobel Nobel per l'economia 2012

Alvin Eliot Roth (New York City, 19 dicembre 1951) è un economista statunitense noto per i suoi fondamentali contributi nell'ambito della teoria dei giochi e dell'economia sperimentale. È stato a lungo docente all'Università di Pittsburgh, dal 1998 è professore di Economia e Business Administration presso l'Harvard Business School.

Il 15 ottobre 2012 è stato insignito, insieme a Lloyd Stowell Shapley, del Premio Nobel per l'economia "per la teoria delle allocazioni stabili e gli studi sulla configurazione dei mercati".[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Al Roth, ebreo Americano,[2] si è laureato alla Columbia University nel 1971 in Ricerca operativa. Si è poi spostato alla Stanford University, ottenendo sia un master che un PhD in Ricerca operativa, rispettivamente nel 1973 e 1974.[3]

Venuto via da Stanford, Roth ha iniziato ad insegnare alla University of Illinois lasciata, poi, nel 1982 per diventare Andrew W. Mellon Professor of Economics alla University of Pittsburgh. Nei suoi anni a Pittsburgh, è stato inoltre fellow presso il Center for Philosophy of Science nella stessa università, e professore alla Katz Graduate School of Business.[4] Nel 1998, Roth ha lasciato Pittsburgh per insegnare a Harvard[5] dove è rimasto fino a che non ha deciso di tornare a Stanford nel 2012.[6] Nel 2013 è entrato a far parte della faculty di Stanford e ha ottenuto la carica di emerito a Harvard[7].

Inoltre Roth è Alfred P. Sloan fellow, Guggenheim Fellow, e membro della Accademia Americana delle Arti e delle Scienze.[5][8][9] È anche membro del National Bureau of Economic Research (NBER) e della Econometric Society.[10][11] Una collezione di paper scritti da Roth è accessibile presso la Rubenstein Library alla Duke University.[12]

Kidney Exchange[modifica | modifica sorgente]

Roth nel suo articolo Kidney Exchange (2004), spiega come gli scambi in natura di reni, strutturandone un metodo organizzativo, possano portare un miglioramento nel campo dei trapianti, in quanto non creano ripugnanza, anche se non risolvono la generale carenza di reni trapiantabili. Lo scambio di reni in natura aiuta solo la gente che ha un donatore vivente disponibile e indirettamente, chi attende un rene da cadaveri, con il metodo di Roth vede ridursi la domanda di questi. Il metodo di Roth, cerca di sfruttare la disponibilità di un parente che vuole donare il proprio rene al paziente a cui è imparentato, ma che non può farlo per motivi di incompatibilità, legate al gruppo sanguigno o alla struttura dei tessuti. Nella sua versione più elementare e semplicistica, la strategia di Roth propone di trovare un'altra coppia paziente/donatore che si trovi nella stessa situazione di incompatibilità interna, con la quale sia possibile uno scambio incrociato: se un donatore di una coppia è compatibile con il paziente dell’altra coppia e viceversa, allora i pazienti si scambiano i donatori in modo da effettuare due trapianti[13].

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Alvin E. Roth (curatore): The Shapley value, essays in honor of Lloyd S. Shapley. Cambridge University Press, Cambridge, 1988.
  • Alvin E. Roth e Marilda A. Oliveira Sotomayor: Two-Sided Matching, Cambridge University Press, 1992.
  • John H. Kagel e Alvin E. Roth (curatori): Handbook of Experimental Economics, Princeton University Press, 1995.
  • Alvin E. Roth, Vesna Prasnikar, Masahiro Okuno-Fujiwara e Shmuel Zamir: Bargaining and Market Behavior in Jerusalem, Ljubljana, Pittsburgh, and Tokyo: An Experimental Study, The American Economic Review, 81, 1991, pp. 1068-1095.
  • Ido Erev e Alvin E. Roth: Predicting How People Play Games: Reinforcement Learning in Experimental Games with Unique, Mixed Strategy Equilibria, The American Economic Review, 88, 1998, pp. 848-881.
  • Alvin E. Roth, Tayfun Sonmez, and M. Utku Unver. 2004. “Kidney Exchange.” Quarterly Journal of Economics, 119(2): 457–88.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Prize in Economic Sciences 2012 in Nobelprize.org, 15 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  2. ^ "US economists tied to Israeli academia win Nobel", JTA in The Jerusalem Post, October 15, 2012.
  3. ^ Niklas Magnusson and Josiane Kremer, Roth, Shapley Win Nobel Economics Prize for Matching Theory", Bloomberg.com, October 15, 2012.
  4. ^ Eleanor Chute, Professor with Pitt ties wins Nobel economics prize in Pittsburgh Post-Gazette, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  5. ^ a b Alvin E. Roth Biography Faculty and Research. Accessed on June 6, 2008
  6. ^ Katherine Mangan, "Stanford Lures Alvin Roth and 2 Other Economists From Harvard", The Chronicle of Higher Education, June 18, 2012.
  7. ^ Al Roth's Game Theory, Experimental Economics, and Market Design Page (accessed 2012-10-15).
  8. ^ John Simon Guggenheim Memorial Foundation R Fellows Page. John Simon Guggenheim Memorial Foundation. Accessed on July 6, 2008
  9. ^ Members of the Academy of Arts & Sciences (October 2007). American Academy of Arts and Sciences. Accessed on July 6, 2008
  10. ^ Fellows of the Econometric Society (March 2008). Econometric Society. Accessed on July 6, 2008
  11. ^ Alvin E. Roth. National Bureau of Economic Research. Accessed on July 6, 2008
  12. ^ Alvin Roth Papers, Rubenstein Library, Duke University.
  13. ^ Russo, Gerardo. 2013. "I limiti etici del mercato". Università degli studi di Salerno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 109190323 LCCN: n/79/103247