Alvaro Siza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Álvaro Joaquim de Melo Siza Vieira, meglio noto come Álvaro Siza (Matosinhos, 25 giugno 1933), è un architetto portoghese.

Edificio "Bonjour Tristesse" a Berlino-Kreuzberg, realizzato per l'esposizione IBA 84
Marco de Canavezes Church

È stato insignito di numerosi premi e onorificenze tra i quali il Pritzker Prize nel 1992, del Premio Wolf per le arti nel 2001, del RIBA's Royal Gold Medal nel 2009 e del Leone d'Oro alla Carriera in occasione della 13°Mostra internazionale di architettura di Venezia nel 2012.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce nella città di Matosinhos agli inizi degli anni trenta. Si laurea nella Scuola Superiore di Belle Arti di Porto nel 1955, e adotta da questo momento lo stile della Scuola di Porto; successivamente lavora nello studio di Fernando Tavora. Alla fine degli anni cinquanta apre un proprio studio e progetta la Casa del Tè a Leça da Palmeira. Dalla metà del decennio successivo diventa professore universitario in molte università internazionali, che lascerà poi per dedicarsi solamente alla cattedra di Costruzione all'Università di Oporto. Nell'ottobre del 2008, durante una sua visita nel Salento, gli viene conferita dal Consiglio Comunale di Calimera (LE) la cittadinanza onoraria.

Collabora con Eduardo Souto de Moura per il padiglione del Portogallo all'Expo del 1998 di Lisbona.

Alcune opere principali[modifica | modifica sorgente]

Progetti e opere in Italia[modifica | modifica sorgente]

I suoi scritti[modifica | modifica sorgente]

  • Scritti di architettura, Milano, Skirà, 1997.
  • Immaginare l'evidenza, Roma-Bari, Laterza, 1998.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kenneth Frampton, Álvaro Siza: tutte le opere, prefazione di Francesco dalCo, scritti di Álvaro Siza, Electa, Milano 1999
  • Giovanni Polazzi, Àlvaro Siza Vieira. Rettorato dell'Università di Alicante, in "Area" n. 44, maggio/giugno 1999, pp. 8–15 leggere l'articolo
  • Laura Andreini, Álvaro Siza - Casa Vieira de Castro, in "Area" n. 46; sett/ott. 1999, pp. 52–57 leggere l'articolo
  • Vincenzo Riso, Álvaro Siza - La biblioteca dell'Università di Aveiro in "Costruire in Laterizio" n. 79, 2001 articolo in pdf
  • Marella Santangelo, Alvaro Siza e Napoli - affinità di Gabriele Basilico e Mimmo Jodice, Napoli, Electa, 2004.
  • Álvaro Siza 1958 2000, in "El Croquis"; revised and extended edition, including issues 68/69+95 2007, numero monografico [1]
  • Igor Maglica, Álvaro Siza Vieira. Complesso multifunzionale “Coração de Ouro” a Gondomar (Portogallo), in "Costruire in laterizio" n. 123, maggio-giugno 2008 leggere l'articolo
  • Numero monografico della rivista Area n. 101, nov./dic. 2008
  • Raul Betti e Greta Ruffino, Álvaro Siza, Viagem sem Programa, Raccolta dei 53 disegni facenti parte della Collezione "Viagem sem Programa" tratti dai suoi quaderni di appunti e di viaggio e trascrizione completa dell'intervista realizzata a Porto nell'Agosto del 2011 durante la preparazione dell'Evento Collaterale della 13°Mostra internazionale di architettura di Venezia, Red Publishing, Bologna ISBN 978-88-88492-22-3.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 5027394 LCCN: n85142960