Alvaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Alvaro (disambigua).

Alvaro è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3][4].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dal nome spagnolo Álvaro[4], a sua volta da un nome germanico la cui identificazione è però dibattuta.

  • Secondo alcune fonti, il nome originale è invece il visigoto Alwaro, composto da ala ("tutto", "del tutto") e warja ("difesa", oppure wariaz, "difensore")[1][2][4][5], avente il possibile significato complessivo di "difensore di tutti" o "molto attento"[4][6]. A queste radici alcune fonti riconducono anche il nome Elvira.
  • Secondo altre fonti, si tratta di Alfher[9], che è composto dagli elementi alf ("elfo") e hari ("esercito", "armata")[7]; dalle forme norrena e anglosassone di Alfher, Alfarr e Ælfhere, deriva il moderno nome Alvar, usato in inglese e in alcune lingue scandinave e baltiche[8][7]. Inoltre, anche il nome Oliviero potrebbe ricondursi a queste radici.
  • Secondo ulteriori interpretazioni, le radici sarebbero alt ("vecchio") e war ("casa"), con il significato complessivo "uomo di antico casato"[10], oppure athal ("nobile") e ward ("guardiano"), quindi "guardiano nobile"[6], o ancora sarebbe riconducibile alle stesse radici di Alberico[6].

Era assai diffuso nella penisola iberica durante il Medioevo[6], e poi grazie a un dramma di Ángel de Saavedra intitolato Don Alvaro o La forza del destino[10]; Giuseppe Verdi adatto il dramma in un'opera lirica nel 1862, La forza del destino[9], grazie alle quale il nome divenne assai popolare anche in Italia; curiosamente nella trasposizione, forse per un errore, l'accento fu spostato sulla penultima sillaba, secondo l'uso più consueto nella lingua italiana[5]. Va detto comunque che il nome era utilizzato nella penisola italia anche in precedenza il nome, probabilmente grazie alla dominazione spagnola, ed era stato usato per uno dei personaggi della commedia di Carlo Goldoni del 1748 La vedova scaltra[5].

Diffuso in tutta l'Italia centro-settentrionale, è particolarmente accentrato in Toscana, anche nella forma femminile Alvara[4][5], e nel Lazio[11]. È usato anche come cognome.

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare in memoria di diversi beati, alle date seguenti:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Kpdf bookish.svg Voci presenti nell'enciclopedia su persone di nome "Alvaro..."

Variante Álvaro[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi ‎Persone di nome Álvaro.

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La Stella T., p. 20.
  2. ^ a b c Egger, p. 13.
  3. ^ a b Accademia della Crusca, p. 588.
  4. ^ a b c d e f g Galgani, pp. 136, 137.
  5. ^ a b c d e f g h De Felice, p. 59.
  6. ^ a b c d e f g h Albaigès i Olivart, p. 34.
  7. ^ a b c d e f g (EN) Alfher, Behind the Name. URL consultato il 21 novembre 2014.
  8. ^ a b c d Sheard, p. 51.
  9. ^ a b c d (EN) Álvaro, Behind the Name. URL consultato il 21 novembre 2014.
  10. ^ a b Burgio, p. 46.
  11. ^ Diffusione del nome Alvaro in Nomix. URL consultato il 24 marzo 2014.
  12. ^ a b c d Santi e beati di nome Alvaro, Santi, beati e testimoni. URL consultato il 21 novembre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi