Altura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Altura (disambigua).
Altura
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1949
Durata 88 minuti
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Mario Sequi
Soggetto Mario Sequi
Sceneggiatura Mario Sequi, Pietro Lissia, Vinicio Marinucci, Ákos Tolnay, Bruno Valeri
Produttore esecutivo Saverio D'Amico, Ákos Tolnay
Casa di produzione P.F.I.
Distribuzione (Italia) Lion Film (Indipendenti Regionali)
Fotografia Piero Portalupi
Montaggio Marcello Gengarelli
Musiche Ennio Porrino
Scenografia Andrea Cannas
Interpreti e personaggi

Altura è un film drammatico del 1949, diretto da Mario Sequi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Sardegna, Stanis, che anni addietro aveva lasciato il paese, vi ritorna e lo trova nelle mani di Barra, un uomo senza scrupoli che domina incontrastato il mercato del latte. Unitosi in cooperativa con altri pastori, un giorno il camion che porta il latte nei mercati di altri paesi viene assaltato dagli scagnozzi di Barra. Costretto a fuggire dal paese, la sua fidanzata viene corteggiata sempre più insistentemente da Barra; ma Stanis ritorna e grazie a un ex dipendente ottiene le prove che Barra ha fatto distruggere il camion. Dopo un lungo inseguimento, Stanis uccide Barra, liberando il paese dal tiranno.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne iscritto al Pubblico registro cinematografico con il n. 846. Presentato alla Commissione di Revisione Cinematografica il 6 aprile 1950, ottenne il visto di censura n. 7.714 del 18 aprile 1950, con una lunghezza della pellicola di 2.185 metri [1]. Venne rieditato, verso la metà degli anni '50, col titolo Rocce insanguinate [2]. Risulta essere stato proiettato in Portogallo, col titolo Ambição Que Mata, il 29 giugno 1954 [3]

Altri tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come si evince dal visto di censura originale tratto dal sito Italia Taglia.
  2. ^ Manifesto della riedizione del film.
  3. ^ Come si evince dalla pagina delle proiezioni dal sito IMDB.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema