Alt-J

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alt-J (∆)
Alt-J in concerto nell'Aprile 2013
Alt-J in concerto nell'Aprile 2013
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Indie rock[1]
Alternative rock[1]
Indie pop
Periodo di attività 2007 – in attività
Etichetta Infectious, Canvasback Music
Studio 1
Sito web

Gli (pronunciato Alt-J) sono un trio inglese di alternative indie pop costituitosi nel 2007. Il loro album di debutto, An Awesome Wave, pubblicato nel maggio del 2012 in Europa, e il 18 settembre seguente negli Stati Uniti. Con il loro album d'esordio hanno vinto, sempre nel 2012, il prestigioso premio Mercury Prize[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli nascono dall'incontro fra Gwil Sainsbury (chitarra/chitarra basso), Joe Newman (chitarra/voce), Gus Unger-Hamilton (tastiere) e Thom Green (batteria) all'Università di Leeds nel 2007.

Dopo la laurea si spostano a Cambridge, mentre registrano il loro album di debutto a Brixton. Gus ha studiato letteratura inglese mentre gli altri membri sono stati studenti di belle arti. Durante il secondo anno di studio, Joe mostrò a Gwil alcuni suoi brani nati sotto l'ispirazione sia del padre chitarrista sia dagli allucinogeni di cui faceva uso. La coppia cominciò così a realizzare alcuni pezzi nel dormitorio universitario con Gwil che produceva i brani sfruttando il software GarageBand[3]. Il gruppo ha provato per due anni prima di firmare un contratto nel 2011 con la Infectious Records[1].

si pronuncia Alt-J e deriva dalla combinazione di tasti "alt + J" utilizzata in ambiente Mac, con tastiera inglese, per ottenere la lettera greca delta. Gwil Sainsbury fa notare che nelle equazioni matematiche la lettera è solita rappresentare cambiamento, così come la nascita del gruppo significò un passaggio importante nelle loro vite. Il gruppo fu conosciuto prima coi nomi di “Dalijit Dhaliwal” o “Films”.[4][5]

L'11 gennaio 2014 gli ∆ annunciano tramite il loro profilo Twitter che il bassista Gwil Sainsbury lascia la band per motivi personali.

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

I loro primi quattro lavori sono degli EP eponimi registrati col produttore Charlie Andrew a Londra: si tratta dei brani Breezeblocks, Hand-Made, Matilda e Tessellate. Nell’ottobre 2011 il gruppo ha pubblicato un vinile nel formato da 7" contenente Bloodflood e Tessellate per la Loud and Quiet. Il primo lavoro sotto l’etichetta Infectious Records è del 2012: si tratta di un vinile da 7 pollici di forma triangolare contenente i brani Matilda/Fitzpleasure, seguite da Breezeblocks. Il lavoro anticipava l’uscita del loro primo album, An Awesome Wave, pubblicato il 25 maggio dello stesso anno in Europa e in Australia e il 18 settembre nel mercato nord-americano dalla Canvasback Music. Per lo stile eclettico, con miscugli folk, dump pop e alternative, gli Alt-J sono stati paragonati agli Hot Chip, ai Wild Beasts e agli Everything Everything.

An Awesome Wave[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi An Awesome Wave.

L’album di debutto è caratterizzato per sonorità e sensibilità diverse (folk, rock bass, catchy pop, ritmo hip-hop, atmosfere trip hop, eccentricità indie rock, riff elettronici ottenuti tramite il massiccio uso del sintetizzatore), mischiate con un intento intimista, a volte accompagnato da un testo confessionale, dove ricorrono riferimenti e allusioni alla cinematografia: Il buono, il brutto e il cattivo di Sergio Leone, Léon di Luc Besson o al lavoro di Maurice Sendak Nel paese dei mostri selvaggi.[6]

Concerti[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo britannico ha supportato i Wild Beasts nell’aprile 2012 e ha svolto piccoli concerti in Irlanda e nel Regno Unito, passando da Dublino il 24 maggio e concludendo al The Cooler di Bristol il 1º giugno.[7]

Gli Alt-J hanno inoltre partecipato a molti festival musicali nell’estate 2012, come l'Ypsigrock, il Latitude, il Tramlines, il Bestival, il Festival Republic Stage di Bristol e Leeds, l’End of The Road, ilMilhões de Festa, l' A perfect Day Festival, il T in the Park, il Green Man[8], il Pukkelpop[9], il Lowlands[10] e l' Into The Great Wide Open[11]

Il loro tour iniziò il 29 ottobre 2012 da Glasgow e proseguì in altre città europee, per concludersi a Londra il 19 gennaio 2013[12]. Gli Alt-J hanno inoltre annunciato la loro presenza al Laneway Festival in Australia e Nuova Zelanda, che si terrà fra il gennaio e il febbraio 2014[13].

Il gruppo inglese si esibirà al Mediolanum Forum di Assago a Milano il 15 febbraio 2015[14]. Si tratta dell'unica data annunciata in Italia.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012, il loro album di debutto ha vinto il British Mercury Prize.[15] Alt-J sono stati anche candidati a tre Brit Awards (British Breakthrough Act, British Album of the Year and British Group of the Year)[16]. An Awesome Wave è stato premiato BBC Radio 6 Music Album of the Year 2012[17]. Tre brani dell'album sono entrati nella Australian 2012 Triple J Hottest 100, con Something Good al numero 81, Tessellate al numero 64, e Breezeblocks al numero 3.[18] Nel 2013, An Awesome Wave ha vinto il premio Album of the year agli The Ivor Novello Awards[19].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli dell'album Miglior posizione in classifica
UK
[20]
BEL (Vl)
[21]
BEL (Wa)
[22]
FRA
[23]
NL
[24]
SWI
[25]
An Awesome Wave
  • Pubblicato: 25 maggio 2012 (UK/EA/AU); 18 settembre 2012 (Stati Uniti)
  • Etichetta: Infectious Music, Canvasback Music
  • Formati: CD, download digitale
19 21 72 54 18 89
This Is All Yours
  • Pubblicato: 22 settembre 2014
  • Etichetta: Infectious Music
  • Formati: CD, download digitale
- - - - - -

EP[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Dettagli dell'album
(Demo EP)
  • Pubblicato: 2011
  • Etichetta: Infectious Music
  • Formati: CD, download digitale

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Miglior posizione in classifica Album
UK
[20]
UK Indie
[26]
2012 "Matilda / Fitzpleasure" An Awesome Wave
"Breezeblocks" 75 6
"Tessellate" 120 6
"Something Good" 76 7
2014 "Hunger Of The Pine" This Is All Yours

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) James Christopher Monger, Alt-J in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Gli Alt-J vincono il Mercury priz, Internazionale.it. URL consultato l'11 agosto 2012.
  3. ^ (NL) Alt-J - Concert - Net Events, Netevents.be. URL consultato il 9 luglio 2012.
  4. ^ Alt-J's name explanation. URL consultato il 18 luglio 2012 (archiviato il 18 luglio 2012).
  5. ^ Alt-J Announce 'An Awesome Wave' Headline UK Tour Dates & Tickets. URL consultato il 1º settembre 2012.
  6. ^ Alt-J Interviewed: “The Internet’s Going to be Massive, Trust Us”, Sabotage Times, 7 July 2012, Sabotagetimes.com. URL consultato il 9 luglio 2012.
  7. ^ Alt-J announce autumn tour of the UK, NME.com, June 26, 2012, Nme.com, 26 giugno 2012. URL consultato il 9 luglio 2012.
  8. ^ Paul Lester, New band of the day: Alt-J, The Guardian, Paul Lester, Guardian. URL consultato il 9 luglio 2012.
  9. ^ Pukkelpop, Alt-J in concert, July 7, 2012, Pukkelpop.be. URL consultato il 9 luglio 2012.
  10. ^ Programma, Lowlands 2012,A campingflight to Lowlands paradise, lowlands.nl. URL consultato il 9 luglio 2012.
  11. ^ , op. cit.
  12. ^ Alt-J Tour Dates & Concerts. URL consultato il 14 agosto 2012.
  13. ^ Triple J, 2013 Laneway line up announced in ABC. URL consultato il 26 settembre 2012.
  14. ^ http://www.altjband.com/eu/.
  15. ^ Mercury prize celebrates 20 years with award for Alt-J's debut album. URL consultato il 21 febbraio 2013.
  16. ^ alt-J Nominated For 3 Brit Awards. URL consultato il 01 ottobre 2013.
  17. ^ 6 Music Albums of the Year 2012. URL consultato il 01 ottobre 2013.
  18. ^ #3:alt-J - Breezeblocks Hottest 100 - 2012, abc.net.au. URL consultato il 30 gennaio 2013.
  19. ^ Noel Gallagher, Maccabees And Alt-J Win At Ivor Novello Awards, abc.net.au. URL consultato il 01 ottobre 2013.
  20. ^ a b Miglior posizione in classifica per singoli e album in UK:
  21. ^ Alt-J - Belgium (Flanders) Charts, ultratop.be/nl/ Hung Medien.
  22. ^ Alt-J - Belgium (Wallonia) Charts, ultratop.be/fr/ Hung Medien.
  23. ^ Alt-J - French Charts, lescharts.com/ Hung Medien.
  24. ^ Alt-J - Dutch Charts, dutchcharts.nl/ Hung Medien.
  25. ^ Alt-J - Swiss Charts, hitparade.ch/ Hung Medien.
  26. ^ Migliore posizione nei singoli Indie in UK:
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock