Alopochen aegyptiaca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Oca egiziana
Alopochen-aegyptiacus.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Anseriformes
Famiglia Anatidae
Sottofamiglia Anatinae
Tribù Tadornini
Genere Alopochen
Specie A. aegyptiaca
Nomenclatura binomiale
Alopochen aegyptiaca
(Linnaeus, 1766)

L'oca egiziana (Alopochen aegyptiaca Linnaeus, 1764) è un uccello della famiglia degli Anatidi originario dell'Africa.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Non presenta un evidente dimorfismo sessuale. All'interno delle due popolazioni principali, caratterizzate da un piumaggio di base rispettivamente grigio e camoscio-rossiccio, gli adulti possono presentare variazioni individuali. La caratterizzazione è però data dal capo: zona perioculare e attaccatura del becco marrone scuro, parte superiore bruna, sottogola e collo bianco-grigi. Sul petto è visibile una macchia di colore bruno, sia nei soggetti a sfondo grigio sia in quelli a sfondo marroncino. Le ali sono bruno scuro con evidenti bande verdi e bianche, che si notano moltissimo quando il soggetto è in volo. Le zampe, il becco e l'occhio sono arancio intenso. I giovani sono simili agli adulti ma hanno colori meno marcati, e il capo è completamente color camoscio-bruno senza tracce di bianco; sul petto manca il segno bruno e zampe, becco e occhio sono di color bruno-grigio. La taglia è di 63–73 cm.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffusa in un vasto areale dell'Africa subtropicale; sugli altopiani etiopi sono presenti alcuni gruppi che vivono a un'altitudine di 4000 metri. Anche in Inghilterra esiste una popolazione stanziale valutata attorno ai 600 individui.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivora e frugale, non ha particolari esigenze alimentari: si nutre generalmente di semi, foglie, erbe e germogli. Talvolta cattura anche locuste, vermi o altri animaletti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La coppia ha un legame molto stretto e il maschio manifesta un forte istinto territoriale quando la femmina cova le 4-8 uova che normalmente depone in un nido di fortuna, ricavato tra gli anfratti del terreno o tra le radici di un vecchio albero. L'incubazione dura circa 33 giorni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2009, Alopochen aegyptiaca in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli