Alois Brunner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alois Brunner (Rohrbrunn, 8 aprile 1912) è un criminale di guerra nazista. Brunner fu assistente di Adolf Eichmann, il quale lo definì il suo uomo migliore. Come comandante del campo di internamento di Drancy dal giugno 1943 all'agosto 1944, Alois Brunner è accusato di essere il responsabile dello sterminio nelle camere a gas di oltre 140.000 ebrei. Venne condannato all'ergastolo nel 2001 in Francia, per crimini contro l'umanità. Secondo il giornale The Guardian Brunner è il nazista più ricercato ancora in vita. Secondo le informazioni più recenti, Brunner vivrebbe in Siria, ma alcuni esperti sostengono che egli sia morto nel 1992.

Prima del 1945[modifica | modifica sorgente]

Brunner si iscrisse al Partito Nazionalsocialista nel 1931, a Fürstenfeld, all'età di 19 anni. Qui egli conobbe degli uomini che sarebbero successivamente divenuti alcuni dei più importanti colpevoli dello sterminio degli ebrei europei.

Controllo di autorità VIAF: 67266666 LCCN: n2004030461