Allen Coage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allen Coage
Dati biografici
Nome Allen James Coage
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Judo Judo pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi massimi
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Montreal 1976
Flag of PASO.svg  Giochi panamericani
Oro Winnipeg 1967
Oro Città del Messico 1975
 
Allen Coage
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Allen James Coage
Ring name "Buffalo" Allen Coage[1]
Bad News Allen
Bad News
B.L. Brown
Bad News Brown
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita New York, New York, Stati Uniti
22 ottobre 1943
Morte Calgary, Alberta, Canada
6 marzo 2007
Altezza dichiarata 188 cm
Peso dichiarato 116 kg
Allenatore Antonio Inoki
Stu Hart
Debutto 1978
Ritiro 1999
Progetto Wrestling

Allen James Coage, maggiormente noto con i ring name Bad News Brown e Bad News Allen (New York, 22 ottobre 1943Calgary, 6 marzo 2007), è stato un judoka e wrestler statunitense, celebre, oltre che come lottatore, anche come vincitore della medaglia di bronzo nel judo alle Olimpiadi del 1976, nella categoria pesi massimi. A tutt'oggi è l'unico atleta americano dei pesi massimi ad aver vinto la medaglia di bronzo nel judo nel corso di una Olimpiade.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Judo e inizi nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Prima di iniziare la sua carriera di wrestler, Coage si allenò nel judo per quasi due decadi, sotto la guida del rinomato istruttore Yoshisada Yonezuka, militando anche nella squadra olimpica statunitense ai giochi olimpici di Montreal. Continuò poi il suo addestramento in Giappone con altri vari maestri di judo. Dopo la conquista della medaglia di bronzo, Coage cercò di aprire la propria scuola di judo. Successivamente, decise di tentare la carriera di wrestler, iniziando ad allenarsi insieme a Antonio Inoki circa nel 1978.

New Japan Pro Wrestling, World Wide Wrestling Federation, e Stampede Wrestling (1977-1988)[modifica | modifica sorgente]

Dopo un breve periodo passato nella New Japan Pro Wrestling e nell'allora World Wide Wrestling Federation, Bad News Allen lottò stabilmente nella Stampede Wrestling di Stu Hart, con sede a Calgary. Allen rimase con la Stampede dal 1982 al 1988, scontrandosi in match con wrestler come Dynamite Kid e Bret Hart. Ai tempi spesso si autodefiniva nelle interviste "The Ultimate Warrior", nome che sarebbe stato in seguito utilizzato con maggiore fortuna da Jim Hellwig.

World Wrestling Federation (1988-1990)[modifica | modifica sorgente]

Allen fece ritorno alla World Wrestling Federation all'inizio del 1988 con l'identità di Bad News Brown, un duro proveniente dal quartiere di Harlem, e fu proprio durante questo periodo che ottenne i maggiori successi in carriera in termini di popolarità. Mentre il roster della federazione era pieno di face ultra virtuosi e mostruosi malvagi heel, Bad News Brown era un personaggio completamente differente che si distaccava dalla massa. Anche se era un cosiddetto "cattivo", non era un codardo dedito alle scorrettezze, bensì un combattente solitario che lottava per se stesso fino all'ultimo respiro. Se gli altri heel spesso si alleavano tra di loro, Bad News era un "cane sciolto"; che non rispettava nessuno - nemmeno gli altri heel - come dimostrò abbandonando la propria squadra durante le Survivor Series del 1988 e del 1989. Tra i momenti più memorabili della sua carriera in WWF, è d'obbligo segnalare la vittoria della Battle Royal di WrestleMania IV dove eliminò per ultimo Bret Hart, all'epoca anch'esso un heel, con un attacco a tradimento. Poi il breve feud con l'allora campione del mondo Randy Savage a inizio 1989, gli scontri con Roddy Piper e con Jake "The Snake" Roberts (dove Bad News si servì di un enorme ratto per contrastare il serpente di Jake) e l'aggressione ai danni del presidente WWF Jack Tunney durante una puntata del The Brother Love Show. Bad News ebbe anche un breve feud con Hulk Hogan e lo affrontò, senza però mai prevalere, in incontri con in palio il WWF Championship. Bad News Brown lasciò la WWF dopo SummerSlam 1990, accusando Vince McMahon di non aver mantenuto fede alla parola data, quando aveva promesso di farlo diventare il primo campione mondiale di colore della WWF.

Secondo quanto affermato da Dynamite Kid nella sua autobiografia, il cattivo carattere di Coage lo rese anche protagonista di un episodio spiacevole con André the Giant, che egli asseriva di aver sentito proferire un commento razzista durante un viaggio in pullman in un tour della New Japan Pro Wrestling. Sentito il commento, Coage ordinò all'autista del bus di fermarsi immediatamente, scese giù e prese a male parole André sfidandolo seduta stante ad un combattimento uno contro uno. In uno dei rari casi nei quali il gigante si tirò indietro, André non si mosse dal sedile e in seguito si scusò personalmente con Coage.

Carriera successiva (1990-1999)[modifica | modifica sorgente]

Coage continuò a combattere in federazioni minori facenti parte del circuito indipendente per diversi altri anni, inclusa la federazione giapponese di shoot wrestling UWFi. Nel 1999 Coage si ritirò a causa di un infortunio ad un ginocchio. Negli ultimi anni lavorò come addetto alla sicurezza in un grande magazzino a Airdrie, Alberta.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Coage è deceduto la mattina del 6 marzo 2007 al Rockyview Hospital di Calgary, essendovi stato portato d'urgenza dopo aver accusato forti dolori al petto. Morì pochi minuti dopo a causa di un infarto.[2][3]

Finisher[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Judo[modifica | modifica sorgente]

Wrestling[modifica | modifica sorgente]

  • NWA Polynesian Pacific Heavyweight Championship (1)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bad News Allen Profile, Online World Of Wrestling. URL consultato il 14 febbraio 2011.
  2. ^ slam.canoe.ca Bad News Allen dies suddenly, by Greg Oliver. March 6, 2007.
  3. ^ Bad News Brown passes away, WWE. URL consultato il 23 dicembre 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]