Alleanza anglo-francese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questo articolo tratta dell'alleanza anglo-francese tra il 1716 ed il 1731. Per ulteriori alleanze esistenti tra la Francia ed altri paesi sino al 1904 vedi Entente Cordiale

L' alleanza anglo-francese è il nome dato all'alleanza tra Gran Bretagna e Francia tra il 1716 ed il 1731. Essa formò parte della quadriglia degli stati nella quale le Grandi Potenze d'Europa cambiarono ripetutamente alleati per costruire alleanze di forza superiore.

Creazione[modifica | modifica sorgente]

Dopo la fine della Guerra di Successione spagnola col Trattato di Utrecht, inglesi e francesi fecero coinvolgere i loro interessi nel fermare l'espansione spagnola e russa. La Francia, inoltre, aveva l'aggravante che il proprio re Luigi XV era ancora un bambino. I due stati cooperarono insieme nella Guerra della Quadruplice Alleanza per fermare gli spagnoli nel loro tentativo di conquistare parti dell'Italia. Poco dopo dovettero affrontare l'avanzata russa nel Mar Baltico.

Alleanze della Francia
Alleanza franco-abbaside VIII–IX secolo
Alleanza franco-scozzese 1295–1560
Alleanza franco-polacca 1524–1526
Alleanza franco-ungherese 1528–1552
Alleanza franco-ottomana XVI–XIX secolo
Alleanza franco-indiana (nelle Americhe) XVII-XVIII secolo
Alleanza anglo-francese 1716–1731
Alleanza franco-spagnola 1733–1792
Alleanza franco-prussiana 1741-1756
Alleanza franco-austriaca 1756–1792
Alleanze franco-indiane XVIII secolo
Alleanza franco-vietnamita 1777–1820
Alleanza franco-americana 1778–1794
Alleanza franco-persiana 1807–1809
Alleanza franco-russa 1892–1917
Entente cordiale 1904–oggi
Alleanza franco-polacca 1921–1940
Trattato franco-sovietico 1936-1939
NATO 1949–oggi
WEU (1948) 1954–2011
Relazioni regionali
Relazioni Francia-Asia
Relazioni Francia-Americhe
Relazioni Francia-Africa

La fine dell'alleanza[modifica | modifica sorgente]

La nascita del delfino nel 1725 fu una delle cause che iniziarono a dissolvere l'interesse francese nell'alleanza, dal momento che il loro futuro iniziava ad essere maggiormente certo. In Gran Bretagna un gruppo di austrofili suggerì che l'Austria sarebbe stato un partner migliore per la Gran Bretagna. Le azioni del primo ministro francese il cardinale Fleury erano inoltre sempre più protese a scontrarsi con la Gran Bretagna. Il fallimento della Francia nel supportare l'Inghilterra durante la Guerra anglo-spagnola del 1727-29, convinse che l'alleanza non poteva più essere sostenuta e che le due potenze dovessero necessariamente tornare rivali. La fine dell'alleanza non venne mai formalmente dichiarata, ma si considera già terminata dal 1731.

Nel 1731 la Gran Bretagna vide chiaramente le azioni che il cardinale Fleury stava compiendo in Francia e concluse un'alleanza con l'Austria. Dal 1742 Gran Bretagna e Francia si scontrarono su fronti diversi nella Guerra di Successione austriaca e nelle colonie del Nord America. Alcuni storici hanno suggerito che tra il 1688 ed il 1815 Gran Bretagna e Francia siano state nemiche naturali nel periodo conosciuto come Seconda Guerra dei Cent'anni.

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sconfitta di Napoleone I alla Battaglia di Waterloo nel 1815, la Gran Bretagna aiutò la Francia a restaurare la monarchia come prima della rivoluzione. I due stati divennero così alleati "informali", non facendosi più guerra sino ai nostri giorni. Nel 1904 i due stati conclusero l'Entente Cordiale, un'alleanza diretta ad evitare l'espansione di Russia e Germania.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Browning, Reed. The Duke of Newcastle. Yale University Press, 1975.
  • McLynn, Frank. 1759: The Year Britain Became Master of the World. Pimlico, 2005.
  • Murphy, Orvile T. Charles Gravier: Comete de Vergennes: French Diplomacy in the Age of Revolution. New York Press, 1982.
  • Simms, Brendan. Three Victories and a Defeat: The Rise and Fall of the First British Empire. Penguin Books, 2008.
  • Whiteley, Peter. Lord North: The Prime Minister who lost America. The Hambledon Press, 1996.