Alleanza (partito politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alleanza Socialdemocratica
(IS) Samfylkingin (S)
Merki samfylkingarinnar.svg
Leader Jóhanna Sigurðardóttir
Stato Islanda Islanda
Fondazione 1999
Sede Hallveigarstígur 1 101,
Reykjavík
Ideologia Socialdemocrazia[1]
Collocazione Centrosinistra
Partito europeo Partito del Socialismo Europeo
Affiliazione internazionale Internazionale Socialista,
SAMAK
Seggi Althing
9 / 63
 (2013)
Organizzazione giovanile Giovani Socialisti
Sito web www.samfylking.is

Alleanza Socialdemocratica (in islandese Samfylkingin) è un partito politico islandese di centrosinistra, a matrice socialdemocratica.[1]

Il partito è membro dell'Internazionale Socialista e del Partito Socialista Europeo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alleanza Socialdemocratica nacque nel 1999 dall'unione di quattro partiti progressisti: Il Partito Socialdemocratico (Alþýðuflokkurinn), l'Alleanza delle donne (Samtök um kvennalista), l'Alleanza popolare (Alþýðubandalagið) e il Movimento nazionale (Þjóðvaki).

Il partito si presentò per la prima volta alle elezioni del maggio 2000 e da allora contrasta il partito di centrodestra dell'isola, il Partito Indipendentista.

Dopo Ingibjörg Sólrún Gísladóttir, già sindaco di Reykjavík e Ministro degli Esteri, la leader del partito è diventata Jóhanna Sigurðardóttir, conquistando il 98% dei voti al congresso del partito il 28 marzo 2009. In seguito alla crisi finanziaria mondiale, che ha colpito in modo particolare l'Islanda, e le conseguenti dimissioni del primo ministro Geir Hilmar Haarde, del Partito Indipendentista, la Sigurðardóttir è diventata primo ministro, confermata dal voto popolare che, alle elezioni parlamentari del 2009, ha consegnato il governo alla coalizione tra Alleanza e Sinistra - Movimento Verde.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

L' ideologia di Alleanza Socialdemocratica è quella socialdemocrazia che ha gettato le basi per le società di welfare dei paesi nordici e dell'Europa settentrionale, contrarie a politiche neoliberiste indifferenti e pianificatrici. Il partito è inoltre europeista e fermamente favorevole all' istituzione di una banca di credito centrale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Parties and elections - Iceland. URL consultato il 28 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]