Allart van Everdingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paesaggio scandinavo con cascata e mulino d'acqua (Fondazione Cariplo)

Allart van Everdingen (Alkmaar, 18 giugno 1621Amsterdam, 8 novembre 1675) è stato un pittore olandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pittore ed acquafortista olandese specializzato in paesaggi, fratello di Caesar van Everdingen.

Ebbe come primo maestro Roelant Savery; da lui, che aveva visitato il Tirolo riproducendone la natura montagnosa e aspra, ereditò il gusto per la descrizione di paesaggi selvaggi e disabitati; diciottenne, dopo la morte di Savery, passò alla scuola di Pieter de Molyn, artista impegnato nelle descrizione dei tranquilli paesaggi olandesi: così l’arte di van Everdingen propone queste due anime differenti tra loro. Intorno al 1640 intraprese un viaggio nei paesi scandinavi, dove alcune importanti famiglie olandesi possedevano attività industriali. Negli anni successivi, a Copenaghen, fu al servizio del re di Danimarca Federico IV. Dal 1645 è iscritto alla Gilda di Haarlem; successivamente, nel 1652, si trasferisce ad Amsterdam. Fu anche prolifico autore di acqueforti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 42110876 LCCN: nr/91/28220

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura